Eastwest: il numero di novembre-dicembre dedicato alle presidenziali austriache

La rivista, edita in lingua italiana, inglese e tedesca, è distribuita in 24 Paesi. In questo numero, Scognamiglio propone un’analisi degli ultimi fondamentali eventi politici

Nel nuovo numero del bimestrale “eastwest” molti i temi trattati: dal timore dell’Öxit, a seguito delle presidenziali austriache; alla vittoria del candidato repubblicano nella corsa alla Casa Bianca. Cosa ci aspetta? Come stanno cambiando gli equilibri geopolitici nel mondo occidentale? Incertezza e scenari controversi, tematiche che ci riguardano da vicino. Sono questi gli argomenti che Giuseppe Scognamiglio, Executive Vice President for Institutional and Regulatory Affairs di Unicredit, con la rivista bimestrale “eastwest”, vuole approfondire e spiegare, con un occhio preparato ed esperto, disilluso e compentente.

Il numero di novembre-dicembre 2016

copertina-eastwest-nov-dic-2016La rivista, edita in lingua italiana, inglese e tedesca, è distribuita in 24 Paesi. In questo numero, Scognamiglio propone un’analisi degli ultimi fondamentali eventi politici. Iniziando dalla vittoria alle presidenziali statunitensi di Donald Trump, il candidato repubblicano. Già nei suoi reportage dalla Convention Usa, Scognamiglio aveva presentato l’esito dello scontro Trump-Clinton come tutt’altro che scontato. Ma quali effetti avrà la vittoria del repubblicano? Ci si chiede se il suo trionfo porterà ad un effetto domino capace nel 2017 di condurre la destra populista e antieuropeista al potere in Olanda, Francia e Germania.

L’intervista esclusiva al candidato “verde” alle presidenziali austriache

Al centro dell’ultimo numero, le presidenziali austriache tra il populista Hofer e il candidato dei Verdi, Van der Bellen, di cui Scognamiglio propone un’intervista esclusiva. Proprio in questo focus, Van der Bellen, parla del rischio Öxit: “Se dovesse vincere Hofer – dice – sarebbe la prima volta che in un Paese dell’Europa occidentale viene eletto Presidente qualcuno che ha invocato un referendum per l’uscita dall’Ue.Questo è uno dei motivi principali alla base dell’interesse internazionale per le elezioni austriache. Il nostro è un Paese di esportazione, metteremmo a rischio anche i posti di lavoro”. La riedizione del ballottaggio per le presidenziali austriache è avvenuta ieri, 4 dicembre e si è conclusa con la vittoria di Van der Bellen, con il 53,3% dei voti.

Il direttore: Giuseppe Scognamiglio

52 anni, diplomatico, manager, giornalista, laureato in legge. Come diplomatico si è occupato di Nazioni Unite, ed è stato console italiano in Turchia, ad Izmir, dal 1992 al 1995; in Argentina è stato Consigliere Politico e per le Relazioni Esterne presso l’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires dal 1996 al 1999. Nel 2003 entra nel gruppo bancario, e dal dicembre 2010 è membro del Management Board di UniCredit e Vice Presidente Esecutivo per gli Affari Istituzionali e Regolatori di Gruppo. Da gennaio 2013 è anche Presidente della società editoriale Europeye, editrice della Rivista di politica ed economia internazionale “eastwest”, di cui è divenuto direttore nel gennaio 2016.

 

Lascia un commento

commenti