La Finanza fa visita a Casaleggio

180

di Riccardo Corsetto

Casaleggio Jr e il blog del Movimento 5 stelle sotto inchiesta della Guardia di Finanza per 720 mila euro sborsati da Vincenzo Onorato, l’armatore patron di Moby che nel 2012 prese il controllo della Tirrenia, ex compagnia marittima di bandiera. I soldi sono giustificati formalmente come inserzioni pubblicitarie sul blog (120 mila euro) e consulenze strategiche da parte di Casaleggio Associati (600 mila).
Voi direte beh? Un privato che paga un privato per un servizio privato. 
Non proprio. Siccome poco fa il pd al governo ha varato notevoli sgravi fiscali al comparto marittimo nazionale ed Europeo, e alla fondazione Open di Renzi arrivarono 60 mila euro, il sospetto degli inquirenti e dell’Antiriciclaggio di Bankitalia è che dietro le consulenze si nascondano mazzette. Anche perché Moby-Tirrenia, quindi Onorato, hanno il monopolio di diverse tratte italiane, e la Casaleggio Associati ha il controllo del governo italiano. Unico caso nella storia mondiale. I Bolscevichi volevano eliminare la proprietà privata, Casaleggio ha eliminato la proprietà pubblica dell’Esecutivo nazionale. Un tempo si presentavano come i puri. E invece erano puttane. 
Del resto la differenza tra puttane e pure la conoscete tutti: le puttane sono puttane e le pure pure. 
Sullo scoglio della semantica naufrago’ l’onesta’ dei grillini. Che tra il Capitone e le sardine non sanno più che pesci pigliare. Però pigliano finanziamenti come un Craxi e Renzi qualunque. Glielo diceva sempre nonna: la fame vien mangiando. E ora i deputati, anzi i de-puttani a 5 stelle, non rendicontano più nemmeno lo stipendio. Torna sempre attuale Longanesi: la rivoluzione normalmente comincia al bar e finisce in piazza. In Italia inizia in piazza e finisce al bar.

Facebook Comments