La Lega punta dritta su Roma: nominato il nuovo coordinamento nella Capitale

Rientrano i "portatori" di voti Santori e Giannini. Dentro anche i "big" Rinaldi e Bonfrisco

Il coordinatore romano della Lega, Claudio Durigon

Il coordinatore romano di Salvini, Claudio Durigon, ha nominato la nuova squadra di dirigenti della Lega nella Capitale. Segno che la Lega adesso, dopo l’exploit dell’Umbria, punta dritta dritta a Roma. Uno scaldare i motori che fa tremare la Raggi, alle prese con una maggioranza, come quella in Regione Lazio, che ha mal digerito l’ammucchiata col Pd in chiave anti Salvini. Una ricetta che si è rivelata disastrosa soprattutto per i 5 Stelle che continuano a crollare nei sondaggi.  Bisogna vedere ora se le dinamiche interne, all’indomani del catastrofico voto in Umbria, con i grillini crollati al 7%, possano determinare l’anticipazione del voto amministrativo a Roma e nel Lazio. Salvini dice di avere il nome del prossimo candidato sindaco, ma si guarda bene dal bruciarlo. Possibilità remota secondo gli esperti – quella del voto anticipato per Raggi, un po’ meno per Zingaretti, anche se in Regione ci sono Renzi e i nuovi acquisti di “Italia Viva” a preservare il fratello di Montalbano dai mal di pancia dei grillini laziali. Mentre a Roma la Raggi sembra non avere fronde “amiche” destabilizzanti, cittadini romani a parte, che però non hanno potere tecnico di sfiducia.

Resta il fatto che la Lega si prepara per la resa dei conti, e dei Conte, che prima o poi arriverà per Nicola, Virginia e Giuseppi. Con nota ufficiale del 29 Ottobre, entrano a far parte del nuovo coordinamento, il consigliere regionale Daniele Giannini e gli esponenti legati alla sua componente come Simona Baldassarre, medico eletta, a sorpresa, alle scorse elezioni parlamentari, e Fernando Urciolo, già coordinatore del XIV Municipio. L’altra componente “forte” di Roma è rappresentata dall’ex consigliere regionale Fabrizio Santori, che entra insieme al coordinatore di Lega Giovani Roma Daniele Catalano e a Luisa Regimenti, medico legale ed europarlamentare, fortemente sostenuta da Santori a Strasburgo. Proprio Santori e Giannini erano rimasti fuori dalla dirigenza romana dopo le Europee, ora di fatto questo è il rientro dei due maggiori “portatori” di voti sul territorio romano. Ci sono poi il consigliere al Comune di Roma, Maurizio Politi e la consigliera del Municipio VII, Flavia Cerquoni, dell’area vicina a Federico Iadicicco.

Nominati anche Alfredo Becchetti, l’ex forzista Angelo Valeriani, Andrea Signorini, ex Fratelli d’Italia, marito della deputata leghista Sara De Angelis, Andrea Liburdi, Monica Picca e la new entry dalle fila berlusconiane, Simone Foglio, consigliere del Municipio VIII che ha ratificato il passaggio pochi giorni fa nella Lega. In quota rosa anche la consigliera regionale Laura Corrotti. Dentro anche due “big”: l’eurodeputato Antonio Maria Rinaldi, noto al grande pubblico per le sue ospitate televisive e l’ex senatrice berlusconiana, oggi europarlamentare leghista, Cinzia Bonfrisco. (L’UNICO)