La lettera di Berdini al Fatto Quotidiano, Raggi: “La pazienza ha un limite”

La lettera di Berdini al Fatto Quotidiano in cui l'assessore all'urbanistica si dice "vittima di un accanimento mediatico" a causa della questione dello stadio di Tor di Valle. La sindaca Raggi, intervista da Repubblica, dichiara: "Non so dove trovi il tempo. C'è da lavorare e da lavorare tanto. La pazienza delle persone ha un limite"

Arrivando in Campidoglio, Virginia Raggi, intervista da Repubblica torna sul caso Berdini e dichiara: “Continuo a leggere interviste e dichiarazioni. Sinceramente non so dove trovi il tempo. C’è da lavorare e da lavorare tanto”, ha detto la sindaca riguardo alle dichiarazioni contro di lei che Paolo Berdini ha rilasciato a La Stampa. “Noi lavoriamo anche fino a notte fonda. Lui sa bene che ci sono dei dossier da portare avanti e per senso di responsabilità nei confronti di Roma e dei cittadini dovrebbe farlo. Poi vi dico, la pazienza delle persone ha un limite… “.

Sempre intervistato da Repubblica Andrea Mazzillo, assessore capitolino al Bilancio, afferma: “Abbiamo un’assemblea straordinaria domani sui punti verde qualità e su questo stiamo lavorando, perché  dobbiamo dare delle risposte ai cittadini. Questo è il lavoro che stiamo facendo, tutti insieme, anche con l’aiuto di Berdini. Ci sta aiutando e sta collaborando con tutte le strutture”. Alla domanda diretta sulla conferma della fiducia a Berdini Mazzillo dichiara: “Io sto dicendo solo che si continua a lavorare, poi su quelle che sono le volontà personali io non sto qui a sindacare”.

Queste dichiarazioni arrivano arrivano dopo la lettera scritta da Berdini e pubblicata questa mattina dal Fatto Quotidiano in cui l’assessore dichiara: “Sono di fronte a un accanimento mediatico senza precedenti. E c’è un perché: la posta in gioco è alta e si chiama Stadio di Tor di Valle. Insieme a una complessiva azione di rientro nella legalità che la giunta Raggi, seppur tra incertezze e inadeguatezze, ha portato avanti finora”, pur essendo “la più imponente speculazione immobiliare del momento in Europa”, scrive Berdini. “Per mesi sono stato l’assessore ‘contro’, anche nella riunione che si è tenuta martedì 7 febbraio nel mio assessorato. Che non si è conclusa come i fautori del progetto speravano. Il giorno seguente, guarda caso, viene pubblicata un’intervista truffa. Con una sapiente regia delle uscite un quotidiano pubblica prima una conversazione, poi una registrazione audio e infine un altro stralcio di quell’audio – continua l’ingegnere –. Tutto riferito a fatti risalenti non al giorno prima, ma addirittura a venerdì 3 febbraio. Quel venerdì un ragazzo mi si è presentato nella sala della conferenza come un militante Cinquestelle e abbiamo parlato a lungo di alcune questioni romane. Solo dopo, all’esterno, sono caduto nella trappola con una registrazione illegale. È evidente che vogliono farmi fuori”. “Oggi il M5S, se vuole, ha la grande opportunità di continuare l’azione fin qui intrapresa per far cambiare passo a Roma. Lo stadio di Tor di Valle è il banco di prova per fermare blocchi di potere che da sempre difendono la speculazione fondiaria e finanziaria a scapito dei diritti dei cittadini. Se la Raggi vuole fare questa battaglia – continua – mi troverà al suo fianco. In caso contrario, le mie dimissioni sono già sul suo tavolo”.

Lascia un commento

commenti