La Tv di Stato diventa Tele Casalino?

La Rai versione Istituto Luce, scrive il Giornale.it I tg della tv di Stato, e in particolare il Tg1, hanno un filo diretto con Rocco Casalino, il portavoce del premier Conte, e si vede

3394

“A quanto pare, le immagini che utilizzano nei servizi su Conte sono, spesso, proprio quelle che fornisce direttamente Palazzo Chigi. Informazione in stile Istituto Luce, insomma. Tanto che il deputato renziano e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, controllore inflessibile di quel che accade a Viale Mazzini, ha interrogato pubblicamente il presidente Rai, Marcello Foa, e l’amministratore delegato Fabrizio Salini.” Lo scrive il Giornale.it

conte servizi
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte

«Si chiede di sapere se risponda al vero che le immagini utilizzate quotidianamente nei servizi dei telegiornali Rai che riguardano il presidente del Consiglio Conte, anche a semplice copertura dei servizi e non per eventi specifici come conferenze stampa e dichiarazioni alla stampa, siano state realizzate dalla stessa presidenza del Consiglio, che ne deciderebbe così addirittura il taglio giornalistico. In particolare si segnala un vero e proprio abuso di queste immagini al Tg1» scrive il deputato. «Sarebbe la prima volta che si verifichi il caso di un esponente politico che si auto produca le immagini che dovranno rappresentarlo di fatto in tutti i servizi giornalistici quotidiani dell’informazione pubblica. Pur in tempi di Covid, questo non accade per nessun altro esponente politico o delle istituzioni. Non succede neanche per il presidente della Repubblica, le cui immagini sono realizzate dall’apposita struttura Rai Quirinale». Per questo Anzaldi si rivolge direttamente ai vertici della tv di Stato per chiedere «se le testate giornalistiche Rai non ritengano una violazione delle proprie prerogative di indipendenza e deontologia professionale trasmettere tutti i giorni immagini del presidente del Consiglio che sono state realizzate direttamente dagli uffici di Palazzo Chigi» e inoltre «se l’azienda non ritenga doveroso prendere provvedimenti per tutelare la propria indipendenza ed evitare che, approfittando delle restrizioni covid, si crei una vera e propria invasione di campo degli uffici governativi nei confronti dell’autonomia giornalistica del servizio pubblico». Si attendono spiegazioni dalla Rai, panettone permettendo.

Fonte: IlGiornale.it

Facebook Comments


Warning: A non-numeric value encountered in /home/customer/www/lunico.eu/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 353