Lega Ponte Milvio ha spento la prima candelina al ristorante “I Meloncini”

La ricetta dell'economista sovranista Antonino Galloni esposta nel libro "L'altra moneta", presentato durante il compleanno della Sezione Lega di Ponte Milvio: da un lato la rinnovata possibilità di immettere liquidità nel sistema senza dover ricorrere alla leva dell’emissione di titoli di debito, e dall’altro una più corretta valutazione della rischiosità del paese, che consentirebbe di ridurre il rendimento dei titoli di debito emessi

Francesco Magrini

di Francesco Magrini

Mercoledì 20, presso il ristorante “I Meloncini” di via Tor di Quinto, si è svolta una cena per festeggiare il primo “compleanno” del circolo di Ponte Milvio, inaugurata da Riccardo Corsetto esattamente un anno fa, che ha richiamato la presenza di circa 200 simpatizzanti.
Ospiti d’onore, l’economista Prof. Nino Galloni e l’eurodeputato Prof. Antonio Maria Rinaldi, questi in collegamento streaming da Bruxelles.La serata, estremamente conviviale, è stata caratterizzata da numerosi interventi dei militanti del circolo.

GUARDA IL VIDEO DEI SIMPATIZZANTI CHE CANTANO L’INNO D’ITALIA

Il miglior augurio che potevate dare al primo anno di Ponte Milvio. Siamo sempre pronti ❤️

Geplaatst door Riccardo Corsetto op Zondag 24 november 2019

In particolar modo sono stati ovviamente apprezzati gli interventi dei due ospiti d’onore. Nino Galloni, fedele alla sua sfera di competenza, in un sintetico ma apprezzatissimo intervento ha richiamato l’attenzione dei convitati sui temi del MES, il meccanismo Europeo di Stabilità. In particolare, ha sottolineato la pericolosità della riforma del MES oggi in discussione soffermandosi sul tema, definito una negazione della nostra civiltà giuridica, della assoluta non punibilità, non perseguibilità, immunità ed
insindacabilità dei gestori del MES, ex articolo 32 dello stesso (il che, unita alla possibilità dei gestori di richiedere agli stati soggetti qualsiasi cifra – da pagare entro 7 giorni – dovrebbe già bastare a decretare il più radicale dei niet da parte di qualsiasi politico di buon senso, ndr.).

Umberto Bianchi, direttore de L’Unico
L’altra moneta, il libro dell’economista sovranista Antonino Galloni

In aggiunta, il professore ha evidenziato rapidamente una sua personale ed interessate ricetta, fatta di due ingredienti principali, ovvero: da un lato, la possibilità (sancita dal trattato di Lisbona, che vieta le sole emissioni monetarie aventi corso in tutta l’unione) di emettere moneta a sola circolazione nazionale, volta a garantire quella liquidità necessaria alla copertura almeno di parte del fabbisogno di bilancio (quello che genera la necessità di emettere nuovi titoli di debito); e dall’altro, la costituzione di una agenzia di rating indipendente rispetto alle agenzie di rating americane, in grado di dare una valutazione sulla solvibilità creditizia più oggettiva di quella attuale, che valuta il paese esclusivamente in base al debito pubblico (e senza alcun riferimento alla corrispondente ricchezza privata – come è noto, un giudizio che prendesse in considerazione ambedue i parametri metterebbe l’Italia nel novero dei paesi più solidi del mondo).
L’unione dei due interventi, ovvero da un lato la rinnovata possibilità di immettere liquidità nel sistema senza dover ricorrere alla leva dell’emissione di titoli di debito, e dall’altro una più corretta valutazione della rischiosità del paese, che consentirebbe di ridurre il rendimento dei titoli di debito emessi (i famosi interessi sul debito pubblico che tanto stanno contribuendo a farlo lievitare), potrebbero consentire nel medio termine di ridurre drasticamente, per l’Italia, il rischio eventuale di dover ricorrere agli “aiuti” previsti dal MES. Senza nulla togliere all’evidente obbligo, per il paese, di impedire in ogni modo l’approvazione della pericolosissima riforma del MES in agenda in questo momento.

L’europarlamentare Antonio Maria Rinaldi, in collegamento streaming da Bruxelles

Il professor Rinaldi, invece, in un applauditissimo collegamento streaming con la redazione de L’Unico, testata sovranista diretta da Umberto Bianchi, ha confermato la pericolosità per l’Italia della riforma del MES in discussione, scusandosi per la sua mancata presenza fisica con la necessità di dover rimanere a “presidiare”, insieme agli altri parlamentari della Lega, proprio per evitare che attacchi all’Italia come questa riforma prendano piede. Al di fuori dai temi tipicamente economici, l’Economista ed Europarlamentare ha avuto un divertente dibattito con Riccardo Corsetto che lo intervistava, nel quale ha mostrato tutto il suo affetto e la sua vicinanza al circolo ed ai suoi militanti.

 

 

 

 

 

I sorrisi di soddisfazione e di commozione dei militanti alla fine della serata hanno sancito il successo di questa iniziativa, straordinaria in considerazione della brevissima vita del circolo, testimonianza da un lato dell’eccellente lavoro svolto dal circolo, e dall’altro di quanto bisogno, di quanta disperata voglia ci sia nel Paese e nella nostra splendida e martoriata città di buon senso, buona amministrazione e amore per la nostra Italia. In una parola, di quanto ci sia bisogno di centrodestra. (L’UNICO)

GUARDA L’INTERVENTO DELL’ECONOMISTA RINALDI CON IL NOSTRO QUOTIDIANO IN COLLEGAMENTO STREAMING DA BRUXELLES

L’economista ed europarlamentare Rinaldi si collega da Bruxelles con i simpatizzanti di Ponte Milvio. "Ti ordiniamo una pizza alle sardine…"

Geplaatst door Lega con Salvini Roma Nord – Sezione Ponte Milvio op Zondag 24 november 2019