Lettera a Giorgia: Roma ti acclama primo ministro della Grande Bellezza

Cara Giorgia, Roma è la città più amata dai turisti e più temuta dai politici. Roma non è governata, non è ingovernabile. I romani ti vogliono primo ministro di Roma. Sorprendila e prendila.

155

Cara Giorgia,

Non avere paura di avere coraggio ma abbi il coraggio di avere paura. Candidati premier di Roma. Non credere ci sia ruolo più ambito di questo. Hai l’ossatura e le spalle per essere ministro di Roma Capitale d’Italia, la cui storia l’Italia non può contenere. Non esiste incarico che possa competere col dirigere questa grande, immensa bellezza che il mondo ci invidia. Non disertare Giorgia, e non calcolare. I calcoli non sempre tornano, e oggi sono secondi al dovere. Ti prego Giorgia: non farti pregare. Non farci fregare. Roma è nostra, non la loro. Non consegnarla con noi dentro.

Cara Giorgia, te lo chiediamo con le mani giunte: non abbandonare Roma e i romani alla reiterazione del suo sinistro mediocre destino. A Roma pure i sampietrini lo sanno che altri 5 anni di amministrazione sinistra e sinistrata nun se li potemo permette. C’avemo già er Covid che abbasta. Tre milioni di romani lo sanno questo sondaggio regalato, “pacifico”, direbbe n’avvocato. Solo tu, Giorgia, puoi vincere al primo turno. Al secondo s’ammucchiano e c’ammazzano. Ce lo sanno pure i Sampietrini a Roma Gio’. Lo sapeva pure Funari – se fosse vivo lo candiderei – che loro governano sempre. Pure se sono minoranza.

Non disertare la tua città che ti chiama alle armi. Non abdicare, non consegnarci al nemico della decenza. Non abbandonarci al degrado, all’incuria, alla corruzione e all’incapacità, e non credere ai senza fede, quelli che a nulla credono, ma credono che Roma sia ingovernabile. Roma non è ingovernabile, Roma semplicemente non è mai stata governata. Il Campidoglio è una cima poco lieta per chi la scala. Fatal Colle ammazza sindaci, l’Annapurna de noantri, abbiamo detto tante volte.

Roma è la città più amata dai turisti e più temuta dai politici. Costruita dagli imperatori per finire regno di plebei, stagisti e bibitari dopo duemila anni. Non temere la vittoria Giorgia. Roma non è governata, non è ingovernabile. I romani ti vogliono primo ministro di Roma. Sorprendila e prendila.

Luveio Jusa
da il Candido

Facebook Comments