Luca Montuori è il nuovo assessore all’Urbanistica: “Una sfida difficile ma bellissima”

Luca Montuori è il nuovo assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici della giunta capitolina M5S: "Sarà una sfida difficile ma bellissima" dichiara

Luca Montuori è il nuovo assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici della giunta capitolina M5S. Ad annunciarlo, nel corso di una conferenza stampa convocata oggi in Campidoglio, è stata la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Vi presento il nuovo assessore all’Urbanistica e ai lavori pubblici – ha detto Raggi – Luca Montuori. Lavora con noi già da qualche mese, abbiamo avuto modo di conoscerlo e apprezzarne le qualità. Sono certa che porterà in giunta la sua esperienza, competenza e qualità e condividerà il percorso M5s nel quale le decisioni sono partecipate”. Raggi ha confermato l’intenzione di spacchettare le deleghe di Urbanistica e Lavori Pubblici, spiegando che Montuori manterrà la seconda delega solo temporaneamente.

“Abbiamo preso la decisione di separare gli assessorati, continuiamo a fare colloqui, intanto Montuori ha accettato di tenere le deleghe in maniera temporanea”. “L’assessore avrà uno staff – aggiunge Raggi –, ci sono persone che ha già individuato. Posso dirvi che l’avvocato Lanzarone non farà parte dello staff”.
Montuori, architetto ed ex capo staff del vicesindaco Luca Bergamo, sostituirà Paolo Berdini, dimessosi il 14 febbraio scorso dopo essere finito nell’occhio del ciclone per le sue dichiarazioni sulla sindaca Raggi. Alla conferenza stampa, seduti in prima fila in Sala della Protomoteca, hanno assistito il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, il capogruppo M5S Paolo Ferrara, l’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo, l’assessore allo Sport Daniele Frongia, l’assessore alla Roma Semplice Flavia Marzano e alcuni consiglieri M5S.

“Sullo stadio l’amministrazione ha già preso una decisione importantissima. È un punto d’inizio ottimo per rivedere il progetto – ha detto invece il neo assessore Montuori –. Ora si lavora, si migliora, è un’occasione importantissima per questa città e bisogna farlo bene”. Nel corso della conferenza Montuori è stato interpellato anche sui principali dossier a cui, come assessore all’urbanistica, dovrà dedicarsi. Sui piani di zona il neoassessore ha spiegato che “vanno visti bene i dossier sul tavolo”, caso per caso. Il responsabile dell’urbanistica si riserva di valutare anche la situazione di via Guido Reni e degli ex Mercati Generali dove “vanno verificate le carte”. “Ho partecipato al concorso internazionale per la riqualificazione delle ex caserme di via Guido Reni, ho perso, il mio progetto non era bello quindi è andata così”, ha spiegato. “Una sfida difficile ma bellissima – ha detto ancora Montuori –, forse la più bella che si può immaginare per un architetto”. “Per Roma non basta una bacchetta magica – ha spiegato – Roma si estende da Civitavecchia a Latina, da Rieti a Ostia, al cui interno esistono tante città più piccole, all’interno delle quali è necessario sviluppare nuovi processi e rivalutare lo spazio pubblico centrale”. “Da qui in poi mi butto in mare senza ciambella e vediamo come va”, ha aggiunto Montuori. Al neo assessore ha risposto la sindaca Virginia Raggi: “Ti assicuro che saremo noi la tua ciambella insieme ai cittadini”. Montuori non rinnega il suo passato in centrosinistra. “La parola rinnegare non esiste nel mio vocabolario. Io ho lavorato per questa città, era un’esperienza che ritenevo giusta in quel momento”. “Rinnegare – ha aggiunto – è una cosa che non mi appartiene”. (L’UNICO)