Marra, sequestrato l’appartamento a Prati Fiscali

Dopo l'ordinanza del gip di Roma, stamattina i Carabinieri hanno sequestrato l'appartamento di Raffaele Marra in via dei Prati Fiscali. Intanto, in Campidoglio, Angelo Ottavianello prende il posto dell'ex dirigente arrestato a dicembre

Questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale hanno sequestrato l’appartamento e il posto auto in via dei Prati Fiscali appartenenti a Raffaele Marra, ex dirigente capitolino arrestato il mese scorso per corruzione.

Sono state fatte le verifiche da parte dell’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia, dalle quali è risultato che il denaro utilizzato per la compravendita dell’appartamento, pari a circa 370mila euro, è stato messo a disposizione dell’imprenditore con suoi assegni circolari. Soldi che risultano in uscita ma che non sono mai stati restituiti. Tutto ciò avveniva nel periodo in cui l’ex dirigente era di passaggio da un incarico in Regione ad uno in Comune. Il sequestro è basato sul presupposto che gli immobili siano stati acquistati, secondo quando si legge negli atti, “con denaro proveniente dal delitto di corruzione di cui Marra è accusato”, ed è stato richiesto dal gip del Tribunale di Roma.

Intanto in Campidoglio arriva il sostituto di Raffaele Marra, che dopo l’arresto aveva lasciato vacante il ruolo di dirigente del Personale. Ieri, infatti, la sindaca Virginia Raggi ha nominato per tre anni Angelo Ottavianelli alla guida del Dipartimento Risorse Umane. Ottavianello è stato dirigente dell’anagrafe e dei servizi elettorali del Comune di Roma e negli anni si è distinto per l’attività nella creazione del registro delle unioni civili e il prolungamento dell’orario negli uffici anagrafici dei Municipi di Roma. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti