Maternità San Camillo, Maritato: “Niente scale e uscite di sicurezza. Pazienti a rischio”

Il Presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato denuncia la mancanza di scale e di uscite di sicurezza nel reparto maternità del San Camillo. "Non si può mettere a rischio la vita di tante persone" dichiara

“Puerpere, neonati, familiari, lavoratori a rischio nel padiglione Maternità del San Camillo, privo di scale di sicurezza e di uscite che consentano la rapida evacuazione in caso di incendio. Come e quando pensano di risolvere i vertici aziendali e i responsabili della sicurezza?” E’ quanto dichiarato dal presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato.

“L’elemento che desta sconcerto – spiega Maritato – è lo sbarramento delle porte di accesso e/o uscita poste sul retro del padiglione, all’altezza del parcheggio che confina con lo Spallanzani. Più volte si è parlato della realizzazione di una scala di sicurezza, per cui ci fu perfino uno stanziamento regionale che non si sa che fine abbia fatto”.

“Non vorremmo che tale inerzia fosse funzionale a uno sciagurato progetto di cui si vocifera da anni, consistente – afferma Maritato – nello smantellamento del padiglione con contestuale trasferimento, e riduzione di reparti e servizi, in altra sede dell’ospedale”.

“Attendiamo perciò rassicurazioni dalla direzione aziendale – conclude Maritato –  perché nel nosocomio in cui gli incendi sono più che frequenti non si può, per le inadempienze gestionali, mettere a rischio la vita di tante persone, specie le più fragili come le mamme e i neonati”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti