Municipio XV: in Consiglio si dicuterà del futuro dei campi nomadi

Il Consiglio del Municipio XV di Roma si riunirà per parlare di alcune tematiche: la più importante riguarda sicuramente lo smantellamento dei campi rom nel territorio romano

Il prossimo mercoledì 7 dicembre, tornerà a riunirsi il Consiglio del Municipio XV, nella sua sede di via Flaminia 872.

Tra i quattro interventi all’ordine del giorno, quello che fa più discutere è sicuramente la proposta di deliberazione di iniziativa popolare presentata da Federico Rocca ed altri: lo smantellamento definitivo dei campi nomadi e la regolamentazione della presenza delle popolazioni Rom, Sinti e Caminanti nel territorio della città di Roma. L’intervento è partito da una proposta popolare, ideata nel 2015 da Fratelli d’Italia. Il partito di destra infatti, chiede la demolizione di tutti i campi rom ed un censimento di tutti i nomadi presenti nel territorio romano (mai contati, ma si crede siano più di 15mila).

I nomadi a Roma, vivono dappertutto: i campi più grandi sono a Castel Romano, in via Pontina, ed in via di Salone: oltre novecento rom dimorano in ciascuno dei due campi. Qualche mese fa è stata addirittura ipotizzata la costruzione di un nuovo campo nomadi, per trasferire i rom residenti nel campo River e per avere il “reperimento di un’area attrezzata nel territorio del Municipio Roma XV o Municipi limitrofi per l’accoglienza e soggiorno di 120 nuclei familiari di etnia Rom“.

Lascia un commento

commenti