Vogliono scappare dal Centro rimpatri di Ponte Galeria, nigeriani appiccano incendio

E' successo venerdì, sotto silenzio dei media. La protesta con incendio di materassi e lanci di suppellettili contro gli agenti di Polizia nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria è durata diverse ore

E’ successo venerdì, sotto silenzio dei media. La protesta con incendio di materassi e lancio di suppellettili contro gli agenti di Polizia nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria. Oltre due ore di disordini, dalle 12 alle 14 di venerdì. Nessuno è rimasto ferito ma sul posto sono intervenute le forze di polizia, carabinieri e i vigili del fuoco per spegnere le fiamme appiccate dai nigeriani che poi hanno cessato la protesta. Si indaga ora per accertare le responsabilità di chi ha provocato i disordini.Già era successo nell’ex Cie sulla via Portuense, e spesso avvengono incidenti di questo genere. In passato gli ospiti in agitazione sono anche saliti sul tetto e in altri hanno abbattuto le recinzioni interne. In qualche caso questo episodi sono stati in realtà diversivi per consentire ad alcuni immigrati in attesa del rimpatrio di allontanarsi dalla struttura. Il motivo della protesta era quello di lasciare il centro per uscire in libertà.

PARTECIPA AL CONVEGNO DEL 27 SETTEMBRE ORGANIZZATO DA L’UNICO

Sovranismo: Utopia o realtà? L’Economista eurocritico Rinaldi al dibattito di Lega Ponte Milvio