Nomadi, Palozzi (FI): “Roghi e furti nei campi Rom. Raggi si svegli”

"I campi rom sono terra di nessuno" ha evidenziato il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente e Politiche Abitative, Adriano Palozzi. "Basta immobilismo, servono azioni mirate" dichiara

“Ieri nella metro B sono stati arrestati con l’accusa di concorso in tentato furto aggravato 7 nomadi di origini bosniache, tutti con precedenti e provenienti dall’insediamento di Castel Romano”. E’ quanto dichiarato in una nota dal consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente e Politiche Abitative, Adriano Palozzi.

“Oggi, – prosegue Palozzi – in seguito a controlli svolti nel campo di via Cesare Lombroso, sono stati trovati e sequestrati 300 cerchioni d’auto nuovi che erano in un camion completi di bulloni e piombi tutto nuovo: indagini sono in corso per verificarne la provenienza”.

“Mentre negli insediamenti di via Salviati e de La Barbuta continuano impietosi i roghi tossici, per la disperazione delle limitrofe famiglie romani. I campi rom – afferma Palozzi – sono sempre più terra di nessuno, dove la legalità latita, il degrado domina ma le istituzioni fanno fatica a imporre regole di convivenza civile”.

“Basta con l’immobilismo, con gli interventi spot: servono azioni mirate, decise e una programmazione di lungo respiro. L’amministrazione della sindaca Raggi – conclude Palozzi – non resti a guardare e disinneschi una questione, quella nomade, che ormai ha tutti i contorni di una vera e propria bomba sociale”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti