Nonno inglese in vacanza a Roma ripulisce Ponte Milvio insieme ai nipotini

40

Si chiama David Sycamore, vive in Inghilterra e si trova a Roma in vacanza per stare con la figlia e i due nipotini. L’intraprendente nonno inglese è stato visto venerdì pomeriggio su Ponte Milvio intento a dare una lezione di ecologia ai nipoti Giacomo ed Emilio, insieme ai quali ha raccolto i bicchieri e le cannucce di plastica abbandonate da chi pratica la mala movida. Tre buste blu riempite, segno che la tendenza a non utilizzare gli appositi cestini per i rifiuti è dura a morire. “La plastica che finisce nei fiumi e nei mari è molto pericolosa per l’ecosistema – spiega nonno David – queste cannucce per esempio si infilano facilmente nelle narici degli animali che spesso trovano la morte”. Le speci più a rischio a causa della quantità enorme di plastica rigettata in mare sono le tartarughe marine, e a spiegarlo con disinvoltura è il piccolo Giacomo, che insieme al fratellino ha sostenuto la campagna ecologista del nonno praticando il buon esempio. Il problema della plastica che invade i nostri mari è legato principalmente ai tempi di decomposizione di questo materiale. Il cartone infatti impiega poco più di un mese per scomparire mentre per un banale pannolino da neonato ci vogliono 200 anni. Sono numerose le iniziative volte alla sensibilizzazione verso questo fenomeno, di valenza anche mondiale, ma i cittadini di buona volontà come David Sycamore giocano un ruolo fondamentale, e oggi Ponte Milvio si è prestato come scenografia naturale per la diffusione di due messaggi di grande importanza: puntare sui ragazzi per fare di loro adulti virtuosi, ma soprattutto insegnare le buone prassi attraverso il buon esempio.

Lara Morano

Facebook Comments