Opportunità per Campo Testaccio: da parcheggio abusivo a campo sportivo

Il progetto per il parcheggio che doveva essere costruito è stato definitivamente bloccato e si riapre lo spiraglio per la realizzazione di un centro sportivo pubblico per i residenti

Sembra concretizzarsi una richiesta mossa da tempo dagli abitanti del Testaccio: trasformare il campo, oramai abbandonato e usato come parcheggio abusivo, in un campo sportivo a tutti gli effetti. Un destino degno della sua storia, che sembra essere ad un passo dalla realizzazione.

Il Campo Testaccio infatti ospitò la prima partita della A.S. Roma, 85 anni fa, ma è finito per decadere nel corso degli anni. Da tempo gli abitanti ne chiedono la pulizia, la bonifica e la messa in sicurezza, ma nulla di tutto ciò si è concretizzato. L’area, in stato di abbandono e degrado, è finita recentemente agli onori delle cronache per il via vai di ratti che infestavano una scuola materna nelle vicinanze.

Nel 2006 l’area venne inclusa nel PUP, e venne deciso che vi sarebbe sorto un parcheggio. Tuttavia, la procedura per avviare i lavori non è mai partita, condannando l’area ad un vero e proprio abbandono da parte delle istituzioni. Volle il destino che l’area finì per ospitare comunque un vero e proprio parcheggio abusivo. Nel 2015, a ben 9 anni di distanza dall’inclusione nel PUP, il Consiglio di Stato ha fatto definitivamente decadere la possibilità di trasformare l’area in un parcheggio.

Che farne? A quanto pare è stata accolta la richiesta dei residenti, e nell’area dovrebbe sorgere un vero campo sportivo. A metterci la faccia è l’Assessore allo Sport, Daniele Frongia, che ha partecipato al Consiglio straordinario del Municipio I, con un solo punto all’ordine del giorno. L’area andrà pulita, bonificata e resa fruibile, Ma sopratutto, dovrà essere formalmente esclusa dal piano PUP. Solo allora si potrà provvedere a cambiarne la destinazione d’uso.

Lascia un commento

commenti