Parco Tor Tre Teste: nessuno vuole il polo sportivo del CONI

Il polo rientra nel progetto "Aree Sport nei Parchi di Roma" del fondo "Sport e Periferie" è il primo delle 15 strutture previste per ogni municipio della Capitale: un progetto da 100 milioni di euro circa

Nello scorso luglio il presidente del CONI Giovanni Malagò aveva inaugurato un cantiere destinato alla costruzione di un polo sportivo, all’interno del Parco Alessandrino, meglio noto come Parco Tor Tre Teste, nella periferia est di Roma: nella struttura sono previsti un campo da calcio, uno da basket ed uno da volley, oltreché un ciclodromo e vari percorsi per l’attività fisica.
Il polo rientra nel progetto “Aree Sport nei Parchi di Roma” del fondo “Sport e Periferie” è il primo delle 15 strutture previste per ogni municipio della Capitale: un progetto da 100 milioni di euro circa.
I lavori si sarebbero dovuti concludere ad ottobre, ma a causa di alcuni vincoli paesaggistici questi sono cominciati solo a settembre e non sono ancora terminati.
Franco Menenti, membro del WWF Lazio ha chiesto di spostare i lavori in un’altra zona del parco:”Come Wwf abbiamo fatto esplicita richiesta di spostare il cantiere” – spiega Menenti a RomaToday -“nell’area ci sono specie importanti di avifauna, crescono funghi e flora, il profilo paesaggistico è assolutamente da tutelare. Non siamo contrari alle strutture per praticare sport, ma farli nella vallata, una distesa verde dove tra l’altro d’estate è caldissimo e freddo d’inverno, è un’assurdità. Qualcuno ascolti i cittadini, ci sono zone del giardino che hanno molta più necessità di una seria bonifica”.
Il Municipio ha accolto le proteste dei residenti, bloccando l’avanzamento dei lavori e trasferendoli in un’altra area del parco, compresa tra via Prenestina Bis, via Targetti e via Falck: il Coordinamento popolare per la difesa del parco Alessandrino è riuscito nel suo intento, anche se i lavori non sono ancora stati fermati. Il presidente del Municipio Boccuzzi assicura a RomaToday: “Stiamo dialogando con il dipartimento”.

Lascia un commento

commenti