Periferie, Raggi: stanziati 18 milioni per interventi

In occasione dell'incontro a palazzo Chigi per la firma del piano di interventi per le periferie, la sindaca di Roma Virginia Raggi, si è dichiarata soddisfatta. Inoltre Antonio De Caro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci, ha affermato: "Le periferie sono la citta' del futuro, quella che consegneremo ai figli".

“Oggi è stata una mattinata importante, molto significativa. Avevamo come priorità il rilancio delle periferie e abbiamo avuto un fondo da 18 milioni: interverremo su alcune periferie, che saranno riqualificate, e anche sul litorale. Questo per noi è importante perché Ostia fa parte della città di Roma e dobbiamo considerarla in una maniera estremamente attenta perché in questo periodo di commissariamento sconta un po’ l’assenza di un processo democratico”. Lo dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi, lasciando Palazzo Chigi dopo la firma del piano per le periferie con il governo. Poi, aggiunge: “Ci auguriamo che il rapporto con il governo continui ad essere sempre proficuo, a breve – conclude – immagino un appuntamento per discutere l’agenda per Roma”.

In merito si e espresso anche il sindaco di Bari e presidente dell’Anci Antonio De Caro, a palazzo Chigi per la firma del piano di interventi per le periferie siglato col governo: “Oggi è un momento importante: vengono investiti quasi due miliardi per le periferie dei comuni italiani. Le periferie sono la città del futuro, quella che consegneremo ai figli, il posto dove si concentra l’energia umana. Stiamo investendo sul futuro delle nostre città”. Questo piano, aggiunge, “è anche l’occasione di condividere esperienze e idee che intervengono su problematiche simili in contesti diversi, noi comuni ci confronteremo. L’impegno di noi sindaci e’ di intervenire dal punto di vista materiale e immateriale, in un’operazione di ricucitura urbanistica”. Infine, De Caro chiede che “il fondo sia reso stabile, a prescindere da quanto verrà investito nel fondo”.

Lascia un commento

commenti