Roma, utilizzava pezzi rubati per riparare le moto degli amici. Arrestato

L'uomo utilizzava dei pezzi ricavati da moto rubate per effettuare riparazioni ai suoi amici. A scoprire l'officina illegale sono stati i carabinieri della Stazione Roma Cecchignola che hanno arrestato l'uomo, 51enne romano con precedenti

Aveva la passione dei motori e si dilettava a smontare e assemblare moto e scooter all’interno del suo garage privato. Peccato che le parti utilizzate per aggiustare le moto degli amici fossero riciclate da veicoli rubati. Per questo un uomo è stato arrestato a Roma con l’accusa di riciclaggio. A scoprire l’officina illegale sono stati i carabinieri della Stazione Roma Cecchignola che hanno arrestato l’uomo, 51enne romano con precedenti.

I militari hanno notato l’uomo entrare e uscire più volte dal garage, in via Francesco Lanza, ma la cosa che più li ha insospettiti è stata la diversità di moto che portava al suo interno. Quando i carabinieri sono intervenuti, hanno trovato l’uomo a smontare uno scooter e a rimontare alcune parti su un altro veicolo. Gli accertamenti eseguiti hanno permesso di constatare che la moto che veniva smontata era stata denunciata rubata nel gennaio 2011 e che, le sue parti servivano per aggiustare quella di un suo conoscente. Il ‘meccanico fai da te’ è stato arrestato e portato in caserma, e i veicoli sono stati sequestrati

Lascia un commento

commenti