Pomezia, rapina banca e panificio armato di coltello: arrestato

Un 25enne italiano incensurato ha minacciato i presenti armato di coltello e ha ripulito le casse. Fuggito verso Torvaianica è stato fermato poco dopo dai carabinieri

“Datemi i soldi o vi ammazzo”. Con queste parole ha minacciato clienti e personale durante i suoi colpi nella mattinata di ieri, 9 gennaio, a Pomezia. Prima in una filiale dell’Intesa San Paolo di via Salvo d’Acquisto, poi in un panificio lì accanto. In entrambi i casi il rapinatore, un 25enne italiano disoccupato e incensurato, ha effettuato il colpo a volto coperto e armato di coltello. Dopo aver svuotato il contenuto delle casse dei due esercizi commerciali, si è dato alla fuga a bordo di un’auto in direzione Torvaianica.

La fuga, tuttavia, è durata poco. Sono partite subito le ricerche dei Carabinieri della Compagnia di Pomezia che hanno permesso di rintracciare il rapinatore in località Torvaianica Alta, mentre si trovava ancora a bordo dell’auto usata per la fuga.

Durante le perquisizioni, i Carabinieri hanno recuperato l’intera refurtiva (in realtà piuttosto esigua, appena 250 euro), subito restituita ai legittimi proprietari, il coltello e il berretto utilizzati per mettere a segno le rapine. L’arrestato è stato immediatamente portato in carcere a Velletri. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti