Porta di Roma, arriva il Museo. L’annuncio shock del direttore: “Portiamo il famoso Cave Canem”

Abbiamo chiesto al direttore Filippo De Ambrogi, top manager del centro commerciale di Parco delle Sabine a Bufalotta qual è il destino del trittico di mosaici scomparsi dalla galleria. "Allestiamo un museo a giugno e riportiamo il famoso Cave Canem" ha risposto. Il cave canem è un famosissimo mosaico che si trova a Pompei, davanti alla Casa del Poeta Tragico. Altri due noti esemplari sono conservati al Museo archeologico di Napoli e sempre nell'antica città ai piedi del Vesuvio, nella casa di Paquio Proculo. Si tratta di un cane da guardia molto frequente nelle ville di epoca romana. Il direttore ironizza sulla nostra seria intervista di Febbraio o parla davvero di un reperto analogo rinvenuto nel Parco delle Sabine? Solo ironia o c'è dell'altro?

di Francesco Amato

Non solo H&M, Auchan e Zara. A Porta di Roma arriva il museo. L’annuncio è stato anticipato a L’Unico dal direttore del centro commerciale Filippo De Ambrogi, a cui abbiamo chiesto informazioni circa il destino del trittico di mosaici posti al primo piano della galleria e recentemente sparito. La domanda sulle sorti dei reperti archeologici, di epoca romana, in verità se la erano posta in tanti fra i visitatori di Porta di Roma, uno dei centri commerciali più grandi d’Europa e il più grande d’Italia.

Che fine ha fatto il mosaico Dott. De Ambrogi?

“Era inserito all’interno della galleria ma in quella collocazione non era valorizzato. Veniva usato solo come sedile o per cambiare pannolini. Il ciclo di mosaici in realtà mancava di un mosaico: ai tre che erano stati inseriti in successione nel centro commerciale, mancava il famoso Cave canem, che stiamo lavorando per riuscire ad ottenere”.

Filippo De Ambrogi Direttore Centro Commerciale "Porta di Roma"
Filippo De Ambrogi
Direttore Centro Commerciale “Porta di Roma”

(ndr: Il Cave Canem di Pompei? Il direttore ironizza sulla recente intervista de L’Unico: Sei volte Pompei, il sito archeologico sotto Porta di Roma? Un argomento molto serio in realtà, di cui si è occupata a partire dalla nostra intervista anche Radio Radio in una edizione del programma “Un giorno speciale”.) 

“Nel sito originale, che si trova a circa 1,5 chilometri di distanza da dove era stato sistemato dall’amministrazione precedente alla nostra, non erano sistemati uno accanto all’altro come erano stati applicati all’interno della galleria, ma tutti e quattro erano affiancati a due a due, a formare un quadrato. Si tratta di un mosaico appartenente ad una serie di più mosaici, fra cui il famoso Cave canem, che stiamo lavorando per riuscire a riportare in galleria nella nuova Sala del Mosaico.”

Ci parli di questa sala del mosaico?

Cave Canem esposto al Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Cave Canem esposto al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Si tratta di un progetto che ci rende orgogliosi, unico a livello nazionale ed europeo. Faremo un piccolo museo dentro Porta di Roma. Vogliamo ricostruire la storia di questi mosaici. Proprio per valorizzarne la storia, l’amministrazione della galleria commerciale Porta di Roma, di concerto e col beneplacito della Soprintendenza ai Beni Archeologici di Roma, sta realizzando l’ambizioso progetto del museo “Sala del mosaico”.

Cave Canem della Casa del Poeta Tragico a Pompei
Cave Canem della Casa del Poeta Tragico a Pompei

Quanto tempo impiegherete?

“Stiamo lavorando da circa un anno. Ci sono iter burocratici che richiedono tempi lunghi ma crediamo che entro giugno la ‘Sala del mosaico’ sarà aperta e visitabile. La segnaletica sarà distribuita in tutti i corridoi della galleria per raggiungere la sala e l’illuminazione, insieme alle didascalie storico-artistiche, serviranno a valorizzare i mosaici. Mentre lo spazio, prima sede del mosaico, sarà utilizzato per ospitare spettacoli ed eventi culturali.” (L’UNICO)

 

Lascia un commento

commenti