Putin come Kennedy, prima di condannarlo bisogno conoscere la Storia

Putin si sta comportando come Kennedy nel '62, perché questi buffoni non danno del nazista anche a Kennedy?

1038
Vladimir Putin
di Christian Lenzini
Prima di condannare Putin o Biden bisogna conoscere la storia e non solo quella che fa comodo.
L’obiettivo dei Presidenti Usa è portare l’Ucraina nella Nato e così poter piazzare i propri missili e basi aeree a ridosso del confine russo e tenere Mosca sotto minaccia (in diritto penale si chiamerebbe estorsione con metodo mafioso).
Negli ultimi anni l’Occidente sempre sotto la guida degli oligarchi di Wall Street ha:
1. Messo a Presidente Zelens’kyj un comico senza arte né parte, sostituendo il leader fantoccio ucraino di Putin con un altrettanto leader fantoccio ucraino filo Occidentale (identità del fatto identità di colpe).
2. Addestrato tramite strutture NATO le compagini neonaziste militari ucraine nelle REPUBBLICHE BALTICHE in chiave anti Putin (dopo 80 anni di propaganda costante antirazzista dimostrando la scarsa credibilità dell’antifascismo e dei suoi argomenti).
3. Destabilizzato il Medi Oriente ed impoverito l’intera Europa tramite politiche finanziarie a senso unico ed a vantaggio di una finanza che vuole tutti schiavi senza diritti e così tutto il mondo.
4. Trasferito la produzione di tecnologia tutta in Cina la quale ha comprato anche interi Stati da cui vengono le indispensabili “terre rare” per produrre PC e telefonini.
5. La transizione energetica, una scelta fatta per impoverire Putin è una fesseria e non produrrà gli effetti sperati, è fuffa per gonzi (Greta e gretini).
6. Usa il FMI come arma in modo che o fai quello che vogliono loro o ti lasciano morire di fame, a questo serve togliere la sovranità monetaria, a tenere al guinzaglio tutto il mondo (ancor peggio quello che fanno con la Banca delle Semenze, la FAO ed il World Food Program, con cui hanno il monopolio dell’agricoltura con cui guadagnano).
La guerra la abbiamo già persa per accettare l’avidità degli Oligarchi Finanziari di New York in cambio dell’edonismo infantile.
L’Occidente ha perso e questa cosa lo dimostra. La propaganda contro Putin è un segno di sconfitta, a chi perde e non può reagire non rimane che parlarne male come vecchie comari frustrate ed impotenti. E’ esattamente come accaduto tra Kennedy, l’URSS e Cuba nel 1962. Quindi Putin si comporta oggi esattamente come John Kennedy allora.
Ma il giudizio deve esser diverso in nome della disuguaglianza e del doppiopesismo che i Dem USA da sempre propagano.
Incredibile la faccia di bronzo di Biden che minaccia sfracelli contro Putin se i “russi” del Donbass invadessero il resto dell’Ucraina, dimenticando che Kennedy usò esuli cubani residenti a Miami, al suo soldo, e da lui super armati, per invadere Cuba nella mitica Baia dei Porci che poi fallí.
Così come Kennedy minacciò l’uso di armi nucleari contro Mosca e Cuba quando stavano arrivando le navi cargo con i missili sovietici che andavano piazzati sulla Isla.
In pratica Putin si sta comportando come Kennedy nel ’62, perché questi buffoni non danno del nazista anche a Kennedy?
È questo doppiopesismo che risulta insopportabile, Biden non è migliore di Putin, chi è contro Putin non è migliore di lui o di Xi Jin Ping.
L’unica tragedia è il povero popolo ucraino che si trova sotto i missili per questi giochi di potere, così come fatto con noi nel 2012 dove ci hanno impoverito con i soliti fessi che plaudivano. Come diceva Giuseppe Gioacchino Belli “loro sono loro, e noi non siamo” nulla.
I dementi sono quelli che plaudono alla propaganda. Putin ha stravinto! Ha anche offerto lui la pace. L’Occidente è Biden e quella buffona di Kamala hanno fatto una figura pietosa, da vergognarsi.
Sia chiaro: sono indignato per la debolezza e vigliaccheria dell’Occidente che ha usato l’Ucraina ed ora la abbandona. Una condotta da bottegai furbetti e truffaldini.
Noi eravamo un faro di libertà e cultura, di progresso e solidarietà, ora siamo un esercito di smidollati egoisti, edonisti infantili ed evirati, di piagnucolosi poppanti incapaci di ergersi a baluardo di libertà ed uguaglianza.
Abbiamo smesso di formare guerrieri solari che difendevano i valori della ragione e dell’uguaglianza in favore di smidollati, frustrati vigliacchi.
E nessuno si fiderá mai più dell’Occidente che prima ti usa e poi ti abbandona.
Il carisma si nutre di successo, la Vittoria serve soprattutto in politica.
Putin ha vinto, l’Ucraina ha perso e Biden, Kamala, il Partito Democratico USA è l’occidente hanno fatto la figura dei buffoni.
È la cosa migliore? Non credo proprio. Il crollo dei modelli educativi tradizionali, scuola, madre e famiglia in generale è la causa. Il ’68 è servito a questo, non demolire i valori mascolini di merito e abilità, per rendere più facilmente governabile l’Occidente nelle mani di spietati Oligarchi. Se cresci un popolo come un coniglio arriva un lupo (oggi Putin) e lo divora.
Se lo cresci come un leone no. La soluzione la costruisci in 20 anni.
Iniziare ad educare i figli dell’Occidente come leoni, guerrieri dei valori occidentali, e non come coniglietti rosa pucciosi, campioni di piagnistei ed arrendevolezza (remissivitá).

Facebook Comments


Warning: A non-numeric value encountered in /home/customer/www/lunico.eu/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 353