Giovani imprenditori: raccolti oltre 200 mila euro per i terremotati

La raccolta fondi organizzata da i Giovani Imprenditori dell'Interregionale del Centro, volta a portare risorse e aiuti alle scuole delle zone terremotate, ha riscosso un grande successo

Grande successo del progetto “Adotta una scuola” la raccolta fondi per le regioni del centro Italia colpite dal sisma, promosso dai Giovani Imprenditori dell’Interregionale del Centro in collaborazione con l’associazione dei Giovanni di Confindustria, guidati da Marco Gay: più di 200 mila euro la cifra che è stata raggiunta e che verrà destinata alle scuole delle zone terremotate.

“La cifra che offriamo oggi alle zone terremotate per il progetto “Adotta una scuola”, ci rende particolarmente orgogliosi – ha commentato Fausto Bianchi Presidente dell’Interregionale del Centro e del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria – Dal momento del tragico sisma che ha colpito la parte centrale del nostro paese, noi giovani imprenditori ci siamo subito attivati per dare un contributo concreto a quelle popolazioni e a quelle imprese e che stanno vivendo il dramma del terremoto. Questa nostra donazione oltre che un atto dovuto è anche un atteggiamento di speranza e di fiducia a sostegno del futuro di nuove generazioni di quei territori e più in generale del nostro Paese. Inoltre voglio ringraziare in particolar modo il Presidente ed Amministratore di Unes Supermercati, Mario Gasbarrino che ha donato per questa iniziativa con enorme generosità €100.000, un esempio importante che, sono certo, nelle settimane successive verrà ripreso anche da altri imprenditori”

“Il nostro Movimento ha dato un’ulteriore prova dei valori che lo contraddistinguono: responsabilità e coraggio, offrendo un aiuto concreto alle scuole e ai territori colpiti dal sisma con un impegno che fin dallo scorso 24 agosto è stato costante e continuo – ha dichiarato Marco Gay Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria.
E’ per noi prioritario che i bambini e i ragazzi del Centro Italia possano tornare a svolgere le attività scolastiche nella migliore delle condizioni possibili perchè la rinascita di questi territori è una priorità su cui continuare a lavorare.
Nelle prossime settimane individueremo insieme al MIUR le scuole nelle quali è prioritario intervenire per indirizzare al meglio le risorse che il progetto è riuscito a raccogliere per l’acquisto delle attrezzature necessarie.”

“Era già nelle corde della nostra azienda contribuire alla ricostruzione sin dalla data del primo sisma. Cercavamo un partner solido che avesse un progetto che si basasse su elementi di concretezza. Siamo entrati in contatto con Marco Gay e ho avuto modo di approfondire insieme IMPRESA BAMBINI: ho ritrovato in questa idea lo stesso approccio pragmatico che ci contraddistingue, e per questo siamo stati felici di aderire… un progetto di giovani per i giovani, nel concetto del “Fare” accadere le cose– commenta Mario Gasbarrino, Presidente ed Ad di Unes”.

La raccolta è stata ufficializzata durante l’XI Forum Interregionale del Centro organizzato dai Giovani Imprenditori delle 4 Regioni del Centro di Confindustria (Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria), che si è svolto oggi presso l’Auditorium della Tecnica di Confindustria a Roma alla quale hanno preso parte Fausto Bianchi, Presidente dell’Interregionale del Centro e del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria, Filippo Tortoriello Presidente di Unindustria e Marco Gay Presidente dei Giovani di Confindustria.

Lascia un commento

commenti