Marra: rimandato l’interrogatorio, risponderà ai magistrati a chiusura indagini

E' stato rimandato l'interrogatorio dell'ex Capo del Personale del Campidoglio, Raffaele Marra, previsto per domani nel carcere di Regina Coeli. Marra valuterà se sottoporsi all'interrogatorio soltanto a chiusura delle indagini

Marra risponderà alle domande dei magistrati della Procura, solo una volta concluse le indagini a suo carico. E’ stato quindi rimandato l’interrogatorio, inizialmente fissato per domani nel carcere di Regina Coeli, dell’ex Capo del Personale del Campidoglio, detenuto dal 16 dicembre scorso per corruzione in concorso con l’imprenditore Sergio Scarpellini.

Marra è inoltre indagato per abuso d’ufficio, insieme alla sindaca Virginia Raggi, per quanto riguarda la promozione di suo fratello, Renato, da vicecapo dei vigili urbani alla Direzione Turismo del Comune.  Al deposito degli atti, dopo aver appreso tutte le accuse mosse verso di lui, Marra deciderà insieme al suo avvocato, Francesco Scacchi, se sottoporsi o meno all’interrogatorio.

 

Lascia un commento

commenti