Rifiuti, Robilotta (SR): “A Roma serve termovalorizzatore e discarica di servizio”

"I quattro impianti Tmb non sono sufficienti per smaltire i rifiuti di Roma, occorrono nuovi impianti e termovalorizzatore" ha dichiarato Donato Robilotta

“La decisione del Campidoglio di programmare la costruzione di tre impianti per il compostaggio, anche se non sappiamo quando e soprattutto dove, va nella direzione giusta, anche se la misura è insufficiente perchè l’attuale deficit di oltre 170 mila t/a di frazione organica aumenterà in maniera esponenziale con l’aumentare della raccolta differenziata”. E’ quanto dichiarato dal Coordinatore dei Socialisti Riformisti e Consigliere Regionale Donato Robilotta.

“Ma il grande problema di Roma – afferma Robilotta – è l’insufficienza degli impianti di Tmb e soprattutto della mancanza del termovalorizzatore e della discarica di servizio”.

“Ad oggi – spiega  – i quattro impianti di Tmb, considerando il massimo della capacità autorizzata di circa 3 mila tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati, non sono sufficienti per smaltire le 3.600 t/g di rifiuti prodotti a Roma, con oltre 600 t/g che vanno in giro per il mondo. Come sanno in Campidoglio gli impianti di Ama non sono in “ottime” condizioni e andrebbero ristrutturati anche se la nuova amministrazione pensa di chiudere quello di via Salaria”.

“Gli impianti di Tmb – prosegue Robilotta – producono all’incirca 450 mila tonnellate all’anno di cdr e circa 330 mila tonnellate all’anno di scarti e fos. Il cdr prodotto dagli impianti romani viene portato all’estero per la mancanza del termovalorizzatore, così come la fos e gli scarti di lavorazione per mancanza della discarica di servizio”.
“Infine – conclude Robilotta – mi chiedo, ma il piano regionale dei rifiuti con il quale la Pisana aveva annunciato di voler confutare il decreto del Governo, che invece prevede non solo il termovalorizzatore di Malagrotta ma anche un quarto impianto, che fine ha fatto?” (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti