Riorganizzazione macchina amministrativa, Raggi affida il compito a Colomban

Nasce il gruppo di lavoro per la gestione efficiente delle società partecipate tra cui Ama, Atac e Acea

Nell’ambito dell’attività di rilancio dell’amministrazione capitolina, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha affidato all’assessore Massimo Colomban il compito di lavorare allo snellimento burocratico, alla riorganizzazione e velocizzazione della macchina amministrativa. “Come Assessore alla Riorganizzazione del Comune e alle Partecipate, Colomban dovrà occuparsi di ottimizzare l’articolazione organizzativa di Roma Capitale nell’ambito di un più ampio processo di revisione strutturale che coinvolge anche le aziende partecipate – sottolinea Raggi – Un’amministrazione più snella ed una organizzazione del lavoro più adeguata consentirà di proseguire con maggiore velocità e concretezza l’azione di governo”.

“Ringrazio la Sindaca per la fiducia accordatami – commenta Colomban – Metto a disposizione di Roma Capitale un ulteriore impegno da parte mia. Ho accettato questo ampliamento di perimetro del mio Assessorato anche perché sono convinto che esistono possibili importanti sinergie tra i due incarichi: riorganizzare la struttura operativa della macchina comunale agevolerà il lavoro da fare sulle partecipate e viceversa. Con Virginia Raggi, giunta e consiglieri stiamo portando avanti un lavoro di team: è come gareggiare in Formula 1, dove ogni innovazione, ogni dettaglio ed ogni successo sarà opera del lavoro e collaborazione di tutti”.

Intanto lo stesso Colomban annuncia una novità proprio sul fronte delle società capitoline: nasce un gruppo di lavoro sulle partecipate, per abbattere i costi e determinare maggiori sinergie tra le aziende. “Abbiamo dato il via da alcune settimane al progetto di Roma Capitale per la valorizzazione e lo sviluppo sinergico tra Ama, Atac, Acea e le altre partecipate. È stato costituito a tal fine un gruppo di lavoro coordinato dall’ingegner Paolo Simioni”. Queste le parole di Colomban.

“Il gruppo di lavoro è composto da manager provenienti da Roma Capitale e dalle singole società coinvolte”, prosegue l’assessore, “ed è finalizzato all’efficientamento dei processi, alla riduzione dei costi e alll’individuazione e implementazione delle sinergie tra le partecipate, con l’obiettivo di migliorare la qualità dei servizi resi alla cittadinanza e aumentare la creazione di valore per i cittadini”.

Paolo Simioni, nato nel 1960, si è laureato in ingegneria civile a Padova nel 1984 con il massimo dei voti. Nel corso degli ultimi 16 anni, in qualita` di amministratore delegato, ha acquisito un’importante esperienza nella gestione di aziende operanti nel settore dei servizi di trasporto e delle infrastrutture di mobilita`, in regime di concessione. L’esperienza e` maturata all’interno di realta` complesse sia in ambito aeroportuale, in Italia e all’estero, che ferroviario. Significativa la competenza sviluppata nella gestione di societa` a capitale misto pubblico-privato: dal 2007 al 2016 Simioni e` stato amministratore delegato del Gruppo Save SpA – Aeroporto Marco Polo di Venezia; dal 2002 al 2015 è stato amministratore delegato di Centostazioni Spa, societa` del Gruppo Ferrovie dello Stato, nata dalla partnership con Save Spa e dal 2000 al 2002 è stato amministratore delegato di Save Engineering Spa. Prima del 2000 ha sviluppato una solida esperienza, partendo dal cantiere e arrivando nelle posizioni di vertice delle aziende in cui ha operato, nel settore delle costruzioni, immobiliare, industriale e dei servizi di ingegneria in Italia e all’estero.

Lascia un commento

commenti