Raggi avvia l’annullamento della nomina di Renato Marra

Dopo le indagini da parte dell'ANAC e il conflitto di interessi, la sindaca chiede di allontanare il fratello del suo ex braccio destro.

Mentre la procura continua ad indagare sulle nomine al Campidoglio, è la stessa prima cittadina a chiedere l’annullamento della nomina di Renato Marra, fratello di Raffaele, recentemente finito in carcere con l’accusa di corruzione, e verso il quale il Tribunale del Riesame si è espresso, proprio oggi, contro la richiesta di scarcerazione.

Sul finire di Dicembre l’ANAC si è interessato alla nomina di Renato Marra, ipotizzando un possibile conflitto di interessi. A seguito delle indagini, è emerso che l‘iter che ha portato Renato alla Direzione del Turismo è del tutto illegittimo, e sarebbe stato viziato dalla stretta parentela con Raffaele, all’epoca braccio destro della Sindaca.

A scegliere il candidato infatti sarebbe stato proprio Raffaele, e in questa sua posizione decisionale consiste il conflitto di interessi. Sulla questione era già intervenuta la Raggi, che aveva affermato che “Raffele Marra si è limitato a compiti di mero carattere compilativo”. Una dichiarazione che rischia di essere una lama a doppio taglio.

Lascia un commento

commenti