Roma, una grande famiglia piange il barman Gabriele: “Porteremo avanti i tuoi sogni”

Grande dolore per la scomparsa di Gabriele Simonacci, il 28enne morto domenica mattina alle 5:40 su corso Vittorio Emanuele, dopo essersi scontrato a bordo del suo scooter con un taxi. Gli amici gli dedicano una lunga lettera su Facebook. I funerali saranno celebrati giovedì nella chiesa di San Pio X in piazza della Balduina

Grande dolore per la morte di Gabriele Simonacci, il barman 28enne, che domenica ha perso la vita, scontrandosi a bordo del suo scooter con un taxi. Tanti gli amici e i colleghi che piangono la sua scomparsa. Su Facebook è stata pubblicata una lettera a firma degli amici e dei due soci fraterni che gestivano insieme a lui il pub di via dei Cappellari.

“In questi momenti la cosa più difficile è trovare la forza di capire da dove ricominciare a vivere, un motivo per alzarsi la mattina, perché andare a dormire, trovare un senso ad ogni singolo gesto quotidiano”. Comincia così il lungo post per Gabriele Simonacci.

Gabriele era diventato papà della piccola Sofia, due giorni prima dell’incidente, il “suo sogno”, così lo aveva definito su Facebook. Stava tornando a casa dal lavoro quando intorno alle 5:30 sulla strada verso casa, in prossimità di Corso Vittorio, lo scooter di Gabriele si scontra con un taxi. Secondo gli accertamenti dei vigili urbani, il 28enne barman non sarebbe riuscito ad evitare l’auto bianca, in quel momento intenta ad una manovra per uscire dalla stazione taxi di Chiesa Nuova. Un’inversione a U che non ha lasciato scampo a Gabriele, morto sul colpo.

“Dobbiamo partire da Tutto l’Amore che Gabriele ha dimostrato e infuso nella sua vita, – prosegue il post  – che dovrà ritornare alla sua famiglia ed a tutti noi ma dovrà darci la forza di ricominciare. Il nostro compito è la nostra forza oggi è quella di portare avanti i suoi sogni, prendersi cura della piccola Sofia, di Mariateresa e della sua Famiglia, far risplendere Argot a tale punto che brilli fin lassú, perché se è vero che ci sta guardando non possiamo deluderlo ma altresì renderlo Fiero di averci scelto nella sua vita”. 

“Dunque si riparte da quel sotterraneo mal concio che grazie a lui la sua forza e la sua determinazione è diventato un sogno di tutti e tre, lí sotto c’è la sua anima, c’è un suo gesto in ogni cosa, ogni oggetto ogni singolo angolo, lì sotto siamo ancora in Tre, Gabri c’è ancora, si sente la sua energia e si percepisce la sua anima….E noi vogliamo ricominciare a viverlo e a sentirlo vicino come sempre per questo vi comunichiamo che da Domani ARGOT riaprirà le sue porte. Vi aspettiamo dalle 23.00 come sempre”.

I funerali di Gabriele saranno celebrati giovedì 9 febbraio alle 14, nella chiesa di San Pio X in piazza della Balduina.

 

 

Lascia un commento

commenti