Roma, individuati i ladri delle Fiat 500 Enjoy

In soli sei mesi sono riusciti a rubare ben 100 autovetture. L'indagine è nata a giugno del 2015, quando la società ENI S.p.A., proprietaria del servizio di car-sharing Enjoy, ha presentato una denuncia verso ignoti per il continuo furto di autovetture

In appena sei mesi sono riusciti a rubare ben 100 Fiat 500 Enjoy, dal valore di circa 1.5 milioni di euro. Per questo motivo 3 persone sono state arrestate questa mattina dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma, con l’accusa di concorso in furto aggravato e continuato, indebito utilizzo di carta di credito e simulazione di reato aggravato e continuato.

L’indagine è nata a Giugno del 2015, quando la società ENI S.p.A., proprietaria del servizio di car-sharing Enjoy, ha presentato una denuncia verso ignoti per il continuo furto di autovetture. A seguito dell’indagine, è emerso un sistema ben rodato e collaudato, che permetteva ai malviventi di rubare anche 3 auto al giorno.

Gli arrestati giungevano da Napoli a Roma in treno, per poi rientrare con le autovetture rubate. Grazie ad una serie di documenti e dati personali rubati, creavano degli account falsi con nominativi appartenenti ad altre persone, riuscendo quindi ad essere irrintracciabili. Una volta preso possesso della vettura, procedevano con una manomissione del sistema GPS, rendendo anche l’auto irrintracciabile.

Giunti a Napoli, i veicoli venivano smontati per essere destinati al mercato dei pezzi di ricambio. In alcuni casi, i veicoli sono stati addirittura reimmatricolati e venduti. La svolta nelle indagini è arrivata quanto i Carabinieri, raggrupate le numerose segnalazioni, sono riusciti a fermare alcuni complici degli arrestati, per poi giungere agli arresti di oggi.

Lascia un commento

commenti