Roma: protesta dei dipendenti Sky a Montecitorio

Centinaia di dipendenti della sede Sky di Roma hanno manifestato oggi a Montecitorio per protestare contro la decisione aziendale di procedere ad un ridimensionamento della sede che avrà come conseguenza il trasferimento di buona parte del personale a Milano

“Nella giornata odierna centinaia di dipendenti della sede Sky di Roma hanno manifestato a Montecitorio per protestare contro la decisione aziendale di procedere a un sostanziale ridimensionamento della sede stessa che nelle strategie aziendali avrà come conseguenza il trasferimento di buona parte del personale a Milano e una platea considerevole della sede romana considerata in esubero”. E’ quanto dichiarato da Luigi Le Pera, Segretario Provinciale dell’UGL Telecomunicazioni di Roma.

“Una delegazione di rappresentanti dei lavoratori – prosegue Le Pera – è stata poi ricevuta dall’onorevole Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera”.

“L’azienda Sky Italia – dichiara – è in una buona condizione economico-finanziaria e malgrado questo parla di esuberi; questo è inaccettabile perché qualunque impresa deve avere come principio guida quello della responsabilità sociale. La realtà è che su Roma non sono stati effettuati investimenti per dotare la sede delle opportune infrastrutture necessarie per gestire anche da quella sede i servizi che Sky mette a disposizione del pubblico”.

“Se nei suoi bilanci pubblicati annualmente Sky Italia parla di “responsabilità sociale” con questa operazione viene dimostrato che questo principio in realtà non trova applicazione nelle strategie e negli obiettivi societari”, conclude Le Pera.

Lascia un commento

commenti