Roma, settimana piena per Raggi e la sua giunta

In ballo l'emergenza freddo, ma anche l'inchieste su Marra e sulle nomine nelle giunta, oltre a diversi problemi interni da risolvere

Siamo ancora a Lunedì, ma si prospetta una lunga settimana per Virginia Raggi. Una settimana fatta di inchieste e indagini, che probabilmente riserverà qualche sorpresa. Oggi infatti è attesa la decisione del Tribunale del Riesame sulla richiesta di scarcerazione di Raffaele Marra, arrestato lo scorso 16 Dicembre con l’accusa di corruzione.

Inoltre, la Procura aveva espresso la volontà di ascoltare Virginia Raggi, dopo le festività natalizie, sul caso delle nomine al Campidoglio, specialmente per il caso di Renato Marra, fratello di Raffaele, promosso per direttissima alla Direzione del Turismo. Nomina per cui era stato già evidenziato (e confermato) un conflitto d’interessi da parte dell’ANAC.

Ma c’è dell’altro. Sempre oggi dovrebbe saltare proprio la carica di Renato Marra, e con lei potrebbe saltare anche la lista di nomi pensata dall’ex finanziere. Se ne discuterà oggi, durante il consiglio comunale, dove tra le altre cose è atteso il maxi-emendamento di Andrea Mazzillo, che conta di ricevere il via libera dell’OREF per portare il nuovo bilancio della capitale in aula entro la fine del mese.

Ci sono poi delle questioni interne alla maggioranza pentastellata. Entro la settimana infatti è prevista la visita di Davide Casaleggio, che dovrebbe arrivare a Roma tra Giovedì e Venerdì, e pare scontato che chiederà conto della chat privata finita nell’inchiesta, che ha portato all’avvio delle indagini e all’arresto di Marra.

Nel mezzo, oltre all’emergenza freddo, c’è il piano buche, che dovrebbe partire sempre in settimana, la questione del nuovo stadio della Roma, e la possibile decisione di separare gli incarichi di urbanistica e lavori pubblici. Insomma, un settimana piena di impegni decisivi, che potrebbe rialzare l’immagine della sindaca o affossarla ulteriormente.

Lascia un commento

commenti