Roma, tre arresti per detenzione di armi ed esplosivi

Rinvenuto un pericolosissimo arsenale, composto anche da 20kg di esplosivo artigianale.

Una vera e propria Santa Barbara quella rinvenuta dai Carabinieri della Compagnia EUR, che portato all’arresto di tre giovani responsabili a vario titolo di rapina, lesioni personali, detenzione e porto di armi da fuoco.

L’indagine è nata lo scorso Febbraio, quando durante una perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto un pericoloso arsenale, composto da due pistole, un revolver Taurus Brasil calibro 357 magnum e una Beretta 9×21, numerose munizioni, mazze ferrate, e sopratutto circa 20kg di esplosivo TATP, probabilmente autoprodotto e conservato in vaschette.

Il materiale veniva usato per compiere delle rapine nei pressi dei Castelli Romani. Per questo motivo, è stato predisposto l’arresto per tre persone, tutte giovanissime, di 31, 28 e 27 anni. Due di loro sono stati condotti nel carcere di Velletri, mentre uno di loro si trovava già in carcere a Pescara.

Lascia un commento

commenti