Roma, writer condannato a ripulire i treni

Il giovane è stato condannato a ripulire per 6 settimane i vagoni assieme agli operai dell'ATAC al Prenestino

Circa 10.000€ per ogni treno: è questa la cifra che viene spesa in media dall’ATAC per ripulire ogni singolo convoglio dai graffiti. Per questo motivo, un writer sorpreso ad imbrattare i vagoni di un treno è stato condannato a ripulirli, anziché pagare un’ammenda.

La storia risale a Febbraio, quando un ragazzo di 15 anni è stato beccato dagli agenti di sicurezza mentre vandalizzava un vagone. Il giovane è stato denunciato per danneggiamento, e i genitori erano già pronti a sborsare l’indennizzo.

Ma, a sorpresa, dai legali della municipalizzata arriva un’insolita proposta: anziché pagare una cifra in denaro, far lavorare il ragazzo per ripulire i treni. La proposta è stata giudicata favorevolmente dal Tribunale dei Minori, ed è stata accettata dai genitori del giovane, che adesso dovrà recarsi per 6 settimane a pulire i vagoni assieme agli operai dell’ATAC al Prenestino.

Insomma, un risarcimento danni ottenuto attraverso lo svolgimento di servizio civile, che si spera possa insegnare anche ad altri ragazzi il valore ed il rispetto del patrimonio pubblico.

Lascia un commento

commenti