Campidoglio: una campagna per costruire il piano sociale cittadino

Al via la campagna #RomaascoltaRoma, finalizzata alla costruzione del nuovo Piano Sociale Cittadino attraverso la partecipazione e la consultazione dei romani, su tutti i territori

Costruire il nuovo Piano Sociale Cittadino attraverso la partecipazione e la consultazione dei romani, su tutti i territori. Per scrivere il programma di azione dell’amministrazione capitolina a favore dei soggetti più fragili e discutere dei temi su cui deve svilupparsi una comunità solidale: povertà, inclusione, questione Rom, politiche educative e scolastiche, violenze, disabilità, dipendenze patologiche, casa, gravi marginalità, minori, famiglie, anziani. E’ questo l’obiettivo di #RomaAscoltaRoma, la campagna lanciata dal Campidoglio per giungere alla redazione del Piano Sociale Cittadino che manca nella capitale da 13 anni.

Il presupposto è che il benessere della collettività non vada misurato in termini esclusivamente economici, ma debba essere declinato in relazione alla qualità della vita dei cittadini che l’amministrazione pubblica ha il dovere di promuovere.

Pertanto saranno i romani stessi a farsi interpreti dei bisogni e delle richieste della comunità, mediante le ‘Azioni di consultazione’ che Roma Capitale metterà a disposizione:

Incontri di ascolto: per la prima volta verranno coinvolti cittadini e associazioni nella scrittura del Piano Sociale Cittadino, con l’organizzazione di 15 incontri pubblici. Ogni incontro sarà dedicato a una specifica tematica e ospitato a rotazione da uno dei 15 Municipi, a partire da quello del 31 gennaio nel X Municipio fino all’evento conclusivo del 16 maggio nel XIV Municipio;

Incontri nelle strutture capitoline: in concomitanza degli incontri pubblici di ascolto nei Municipi, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre visiterà i luoghi di accoglienza sostenuti dal Comune, accompagnata da una delegazione di adolescenti impegnati in progetti meritevoli di nota;

Invio contributo online: il coinvolgimento nel percorso di redazione del Piano Sociale Cittadino avverrà anche attraverso l’invio di contributi e proposte online sulla piattaforma o casella di posta elettronica attivata sul sito di Roma Capitale;

Invio di buone prassi: esperienze positive, anche provenienti da ‘micro-realtà’, verranno messe in rete mediante il sito di Roma Capitale e i social network per stimolare la condivisione di buone prassi con il coinvolgimento di cittadini e associazioni

La campagna sarà supportata da ‘Azioni di comunicazione’ che prevedono affissioni di manifesti, rollup, materiale informativo, banner sul sito istituzionale del Campidoglio, report degli incontri da pubblicare sui canali web e social, creazione di un database e realizzazione di una newsletter da inviare a tutti i partecipanti agli incontri con l’aggiornamento dei lavori e la promozione di esperienze e storie positive.

Lascia un commento

commenti