San Basilio, sgomberata ex fabbrica di penicillina

Sono state fermate 48 persone di diverse nazionalità. Trovato anche un contenitore con alcuni grammi di marijuana, sequestrata dalla Polizia Locale

La Polizia Locale di Roma Capitale ha sgomberato oggi la ex fabbrica di penicillina Isf in via Tiburtina, zona San Basilio. Intorno alle 8 è scattato il blitz, che ha coinvolto uomini dello SPE, Sicurezza Pubblica Emergenziale, e del gruppo Tiburtino, diretti da Di Maggio e Stangoni, coadiuvati dal NAE. Presenti anche i carabinieri del NOE e della Stazione di San Basilio.
Sono state fermate 48 persone di diverse nazionalità: malesi, senegalesi, nigeriani e rom provenienti dalla Romania, dalla Polonia e dall’Italia. Tutti, secondo quanto dicono, dediti a lavori saltuari nella muratura e nel giardinaggio. Di questi, 15 sprovvisti di documenti sono stati trasferiti presso il Centro di Identificazione, per verificare anche eventuali precedenti. Per tutti comunque sarà esposta denuncia presso l’Autorita Giudiziaria per occupazione e violazione di sigilli, poiché l’area era sottoposta a sequestro. Graverà su di loro anche il reato di occupazione abusiva.
Durante il blitz è stato trovato anche un contenitore con alcuni grammi di marijuana, sequestrata dalla Polizia Locale. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti