Sanità, Aurigemma: “Zingaretti annunciava 3500 assunzioni, ma ce ne saranno 300”

"I numeri delle OO.SS. sono chiari, inequivocabili e delineano una situazione a dir poco preoccupante" dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma

“Poco più di due mesi fa il Presidente Zingaretti, durante la presentazione dei programmi operativi, affermava che nella sanità si sarebbe aperta una fase nuova e, per quanto riguarda l’emergenza personale, annunciava l’assunzione entro il 2018 di 3500 unità”. E’ quanto dichiarato dal Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma.

” In questi giorni, – spiega Aurigemma – apprendiamo di una dura e circostanziata lettera dei sindacati nella quale invece viene evidenziata un’altra realtà, ossia che in questi due anni, al momento, ci saranno circa 300 assunzioni. Quindi, il governatore aveva tentato di tranquillizzare tutti, invocando per l’ennesima volta un cambio di rotta, che ad oggi però non c’è e molto probabilmente non ci sarà”.

“I numeri delle OO.SS. – continua Aurigemma – sono chiari, inequivocabili e delineano una situazione a dir poco preoccupante. Questa per noi è l’ennesima prova di mancanza di organizzazione da parte della Regione e di un Presidente che dice una cosa, ma poi come sempre viene smentito dai fatti. La sanità è uno dei settori nevralgici del Lazio, dove è sempre più lampante l’inconsistenza delle politiche regionali di Zingaretti, decisamente e totalmente inadeguate”.

“Non si può – conclude Aurigemma – continuare a tagliare nastri e ad inaugurare reparti, che poi puntualmente non vengono aperti per mancanza di personale o, peggio ancora, mantenere in piedi le nostre strutture di emergenza con una carenza cronica di organico che mette a rischio la vita dei nostri cittadini”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti