Pedofilia: si fingeva una ragazza per adescare minori, arrestato

Un uomo di trentacinque anni si fingeva una ragazza per invogliare dei giovanissimi ad inviare delle foto private, tramite il sito Chat Roulette. L'uomo è stato individuato ed arrestato per corruzione e adescamento di minori

Un caso di pedofilia è emerso grazie alle indagini della Polizia Postale. Si tratta di un trentacinquenne romano, insegnate e allenatore di basket, che fingeva di essere una ragazza di 19 anni, inducendo altri giovanissimi allo scambio di foto personali.

Il sistema collaudato avveniva tramite il sito Chat Roulette. L’uomo si fingeva una ragazza, invogliando i ragazzi anche più piccoli a scambiarsi foto e video personali. Materiale che poi l’uomo salvava sul suo computer.

L’uomo è stato individuato grazie agli agenti, ed è stato arrestato per corruzione e adescamento di minori. L’indagine della polizia non si è conclusa, e si cerca di capire se ci possano essere ulteriori vittime di questo sistema.

Lascia un commento

commenti