Protesta dipendenti Sky, Sindacati: alta partecipazione allo sciopero

I sindacati rivendicano un'alta adesione allo sciopero dei dipendenti Sky che si è tenuto ieri. “Il sindacato proseguirà nel suo impegno ed iniziative, continuando a chiedere un vero Piano Industriale di sviluppo di tutte le realtà territoriali e produttive" dichiarano in una nota

“I lavoratori hanno espresso, con la loro partecipazione massiccia, un NO secco alla proposta di riorganizzazione dell’azienda, agli esuberi ed ai trasferimenti. È stata altissima la partecipazione allo sciopero ed alla manifestazione che si è tenuta a Piazza Montecitorio.” È quanto si legge in una nota unitaria di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil.

“Nonostante fosse un’esperienza nuova per i lavoratori di SKY, – prosegue la nota – l’adesione è stata oltre ogni aspettativa, segno che quanto proposto dall’azienda, 194 esuberi e 378 trasferimenti, ha rotto un rapporto fiduciario importante. Le sedi di Roma e Sestu erano praticamente vuote, con una adesione quasi totale di tutti lavoratori, giornalisti compresi. È evidente che nella protesta di Sestu, oltre ai temi specifici legati alla riorganizzazione, si somma la forte preoccupazione per il futuro del sito e anche la difficile condizione di lavoro e di clima interno che da tempo gravano sulla sede cagliaritana.”

“Questa mobilitazione è un chiaro segnale all’azienda e per questo speriamo che nel momento in cui ripartirà il confronto sindacale, Sky porti una nuova posizione” chiedono i sindacati. “Il sindacato proseguirà nel suo impegno ed iniziative, continuando a chiedere un vero Piano Industriale di sviluppo di tutte le realtà territoriali e produttive, viste anche le buone performance economiche espresse nei bilanci degli ultimi anni.”

“Al contempo – si legge in conclusione – proseguiranno le iniziative di sensibilizzazione della pubblica opinione ed il confronto con le Istituzioni nazionali e locali per poter scongiurare i dannosi effetti del progetto riorganizzativo.” (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti