Smog, giornata di tregua ma prossimi giorni ancora a rischio

Il Comune di Roma invita i cittadini a contribuire all'abbassamento dei livelli delle polveri sottili utilizzando mezzi di trasporto alternativi ed evitando riscaldamenti a temperature troppo alte.

smog

Il 20 dicembre si sono registrati di nuovo sforamenti del limite di 50 microgrammi / mc per le polveri sottili nell’aria della Capitale: quantità oltre soglia sono state registrate dalle centraline di Preneste, Francia, Magna Grecia e Villa Ada. Mercoledì 21 è stata una giornata di tregua, ma le previsioni indicano per i prossimi giorni ulteriore possibilità di superamenti dei valori limite.

Il Comune di Roma invita i soggetti a rischio (per patologie respiratorie, cardiovascolari…) a evitare prolungate esposizioni agli inquinanti. Chiunque, poi, può contribuire a prevenirne l’ulteriore aumento adottando comportamenti ad hoc: preferire i mezzi pubblici e limitare al massimo l’auto privata, far ricorso ai sistemi di condivisione dei veicoli (car pooling e car sharing), usare se possibile mezzi a basso impatto (elettrici, ibridi, a metano), guidare moderando la velocità e spegnendo il motore da fermi, tenere l’auto in corretta manutenzione, limitare i riscaldamenti con temperature più basse e orari più contenuti.

Lascia un commento

commenti