Stadio Flaminio, Campidoglio parteciperà al bando per riqualificarlo

Il Comune parteciperà al bando della Getty Foundation per lavorare ad una riqualificazione dello Stadio Flaminio, che da anni versa in stato di abbandono. Frongia: "Un'importante opera architettonica e un bene di interesse artistico e storico sotto tutela". Sono già al tavolo del Campidoglio alcune proposte per l'assegnazione della struttura.

Il Comune di Roma parteciperà al bando “Keeping it Modern” della Getty Foundation. Lo ha annunciato l’assessore allo Sport Daniele Frongia, per ridare vitalità allo Stadio Flaminio. È un bando che “mira – dice Frongia – a finanziare i progetti volti al mantenimento del patrimonio architettonico moderno”. È una vera sfida visto lo stato di abbandono in cui versa la struttura finanziata da Nervi per le Olimpiadi del 1960. Una via di salvezza poteva essere quella delle Olimpiadi del 2020, ma la bocciatura da parte dell’attuale giunta pentastellata ha reso la strada nuovamente in salita. Per questo Frongia sta cercando una strada diversa per riqualificare lo stadio, che rappresenta “un’importante opera architettonica e un bene di interesse artistico e storico sotto tutela”.

“Gli eredi detengono la proprietà intellettuale e i diritti morali sull’opera – ha detto l’assessore, avviando un confronto con gli eredi di Nervi –. Abbiamo quindi iniziato il percorso di riqualificazione dello stadio e dell’area circostante partendo da un confronto con l’ingegner Marco Nervi”. Da questo dialogo è nata la scelta di partecipare al bando della Getty Foundation, che scade il primo marzo. L’aggiudicazione da parte della capitale non sarà certo scontata e non sarà nemmeno risolutiva. Con quei fondi, infatti, si potrà soltanto “analizzare lo stato attuale dell’impianto e definire i passi successivi”. Accertato lo stato dell’opera, si dovrà procedere con la stesura di un bando per l’assegnazione. La destinazione, secondo l’ex vicesindaco, dovrà essere “prevalentemente se non esclusivamente sportiva”.

“Devo confermare – dice Frongia – che c’è l’interesse da parte di molti soggetti, a partire da società sportive fino a soggetti privati e pubblici”. Ieri infatti è giunta sul tavolo della giunta capitolina la proposta di Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, che vorrebbe prendere in gestione la struttura per farne un campo di allenamento per giovani calciatori. Una proposta che, secondo l’assessore, “potrà partecipare al bando”. Ventilata anche l’ipotesi Lazio: “Ho avuto diverse interlocuzioni con il presidente Lotito – conclude l’assessore – e non è stata avanzata alcuna richiesta specifica sul Flaminio. Ciò non toglie che molti, e penso anche la società sportiva Lazio, daranno il loro contributo”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti