Storace: “Regione Lazio rischia l’esercizio provvisorio “

Zingaretti vuole scappare dalla Regione

Il Vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, Francesco Storace, in una nota dichiara: “Zingaretti vuole scappare dalla Regione e se ne capisce il motivo. Ieri ha detto in aula che resterà fino alla fine della legislatura regionale per ricandidarsi. Siccome sappiamo quanto adori le bugie, farà il contrario e se ne andrà a giugno assieme a Gentiloni. Il governatore va compreso: la Regione Lazio rischia di scivolare nell’esercizio provvisorio perché i capricci del fronte sinistro della maggioranza zingarettiana (Sel) stanno mettendo a repentaglio l’approvazione del bilancio entro il 31 dicembre”.

“Il centrodestra  – prosegue Storace – ha presentato un emendamento unitario per chiedere la proroga del ‘piano casa’ vigente. Dall’opposizione sul tema sono venute con vari emendamenti proposte diversificate per scadenza della proroga. Il centrosinistra, irresponsabile, si è attestato sulla trincea dei tre mesi perché Sel non vuole assolutamente fare nulla. In pratica governa l’estremismo. Tutto questo comporterà un irrigidimento inevitabile dell’opposizione di centrodestra a causa dell’infantilismo di una forza politica che pure esprime il vicepresidente della Regione, Smeriglio. ‘Va bene, ci dicono di notte, cediamo un altro mese, fino a maggio’. Li guardiamo e ci chiediamo se ci sono o ci fanno. Si va avanti, è battaglia perché un’opposizione seria non si fa prendere in giro su questioni vitali per lo sviluppo economico della regione”.

“Se vogliono governare seriamente, non possono pensare di mortificare l’opposizione. Zingaretti è solo il presidente della Regione e non l’imperatore del Lazio. Vogliono fare campagna elettorale usando l’istituzione – conclude Storace – ma non possono pretendere di farlo con il nostro consenso. La minoranza ha il dovere di rappresentare quel pezzo di società che non accetta più la demagogia della sinistra. Ps: non pervenuti i grillini”

Lascia un commento

commenti