Task force anti-buche: a dicembre oltre 400 interventi

Sono partiti agli inizi di dicembre gli interventi per la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale, che hanno consentito lo scorso mese la riparazione di oltre 400 buche. Riservate a febbraio, invece, le attività di vero e proprio rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati delle principali arterie della città

Continua il lavoro della task force anti-buche potenziata dal Campidoglio con “squadre di controllo” in ogni Municipio per monitorare capillarmente le strade e la qualità dei lavori. Partiti il 5 dicembre, gli interventi per la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale hanno consentito lo scorso mese la riparazione di oltre 400 buche.

A febbraio prenderanno il via, invece, le attività di vero e proprio rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati delle principali arterie della città.

“Nel pacchetto di azioni programmate per migliorare le condizioni della rete stradale e garantire maggiore sicurezza ai cittadini – si legge in un comunicato diffuso dal Campidoglio – particolarmente corpose sono quelle dedicate al pronto intervento per la riparazione delle buche: solo in due settimane, dal 15 al 31 dicembre 2016, ne sono già state riparate 410 nelle strade di competenza del Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana (Simu). Le zone coinvolte vanno dal centro alle periferie e comprendono, ad esempio, via Casal di Marmo, piazza Verbano, Lungotevere Cadorna, Lungotevere della Vittoria, o ancora via Cassia, via della Storta, via Flaminia, via Battistini, via Trionfale, o la centralissima piazza del Popolo”.

Proseguono anche gli interventi di supporto avviati quest’estate per la manutenzione della grande viabilità, di competenza del Dipartimento Simu di Roma Capitale. Quelli dedicati alle caditoie, che vanno dalla pulizia alla sostituzione dei tubi di collegamento, o dei chiusini in ghisa, hanno coinvolto aree quali Piazzale Clodio, piazzetta del Bel Respiro a Villa Pamphili, Lungotevere degli Inventori, in zona Marconi, via delle Terme di Caracalla o via dei Fori Imperiali.

Infine, per quel che riguarda la segnaletica verticale e orizzontale, si è provveduto, alla sostituzione di divieti di sosta e di cartellonistica varia, alla manutenzione di passaggi pedonali, linee di arresto, frecce e canalizzazioni, in varie aree tra cui via Casilina, piazza dell’Emporio, piazza Risorgimento, piazza Venezia e via Appia.

Lascia un commento

commenti