Teatro Ambra: in scena la commedia “Il contrario di tutto”

La commedia irriverente "Il contrario di tutto" debutta al Teatro Ambra di Garbatella. Tra gli interpreti Fabio Avaro, Vanina Marini e la Banda dell’Uku, diretti per la prima volta da Siddhartha Prestinari

Il Teatro Ambra alla Garbatella ospita il 9 febbraio il debutto de “Il contrario di tutto” la nuova e irriverente commedia interpretata da Fabio Avaro, Vanina Marini e la Banda dell’Uku (il trio musicale composto da Fabrizio Sartini, Luca Sgamas e Luca Lepore) diretti per la prima volta da Siddhartha Prestinari.

Lo spettacolo scritto da Luca Sgamas racconta la storia di Adele giovane ragazza che grazie al ritrovamento di un vecchio diario della madre riesce ad entrare in “contatto” con il padre che non ha mai conosciuto, da anni esiliato, pare, in America Latina. I due rimangono così racchiusi in un “non luogo” fatto di parole e date dove vengono raggiunti da un improbabile trio di musicisti, ospiti di Pippo Baudo a Sanremo, che tra divertenti equivoci, colpi di scena ed assurde ricostruzioni musicheranno e daranno voce ai ricordi, agli aneddoti ed ai segreti che celati nel diario piano piano sveleranno che la verità non è quella che i malcapitati protagonisti avevano sempre creduto…

Tra i racconti di false verità e confronti con la realtà si dipana uno spettacolo che come spiega la regista: “per sua fortuna non ha una collocazione, non è propriamente prosa, non è neanche cabaret, e non è uno spettacolo musicale, ma è un insieme di tutto questo e di altro ancora da definire. E’ un non luogo in cui gli attori ed i musicisti, cederanno la scena al “senso comico” nel suo continuo divenire.

E’ uno spettacolo che non ha controindicazioni ma è autenticamente beffardo, fintamente modesto e cosa più importante, estremamente divertente”.

Difficile da catalogare dunque ma una bella sfida da affrontare per il cast e la regista, che aggiunge: “qualcuno ha detto che ridere è il motivo per cui siamo al mondo, obbiettivo non sempre facile ma di grande stimolo se nella risata vogliamo cogliere il corretto sguardo sul mondo e sui noi stessi. Ed è su questa considerazione che ho accettato di dirigere Il Contrario di Tutto, perché mi stuzzicava l’idea di sperimentarmi con un nuovo genere di commedia”.

Con il disegno luci di Maximiliano Lumachi e Luca Carnevale lo spettacolo in replica fino al 12 febbraio sarà una nuova occasione per godere dell’irriverente simpatia di Fabio Avaro, il trasformismo di Vanina Marini e la grande comicità musicale della Banda dell’Uku.

Lascia un commento

commenti