Finocchio: tenta di uccidere il coinquilino dopo una lite, arrestato

Una discussione nata per futili motivi, rapidamente degenarata in una lite e poi in un'aggressione con dei coltelli

Una discussione nata per futili motivi, che è degenarata dapprima in un violento litigio, e poi in un’aggressione con dei coltelli. E’ successo ieri in Via Alicudi, a Finocchio, dove un trentottenne romeno è scappato dopo aver accoltellato il suo coinquilino.

Da chiarire la dinamica della lite, ma di una cosa si è certi, è nata per futili motivi. L’uomo, dopo una violenta discussione, ha colpito più volte il suo coinquilino con un coltello, ferendolo al torace e al braccio sinistro. Nel tentativo di difendersi, il coinquilino è riuscito a strappare di mano l’arma, mettendo in fuga l’aggressore.

Allertata la polizia, questa ha mandato un’ambulanza a casa del giovane, e si è messa a ricercare l’aggresso. E’ stato rinvenuto a poca distanza dall’abitazione, nascosto dietro una siepe. L’uomo è stato tratto in arresto per tentato omicidio aggravato da futili motivi.

Lascia un commento

commenti