Tor Pagnotta, abitazioni e negozi senza acqua potabile

Acea ha dato la disponibilità alla realizzazione dell'opera ma bisogna attendere il parere della giunta capitolina, che deve deliberare la pubblica utilità dell'opera in modo da poter procedere

Appena otto km di distanza dal centro della Capitale, ma senza le condotte per l’acqua e per la fogna. Ha dell’incredibile la condizione della zona di Tor Pagnotta, dove dall’inizio dell’anno i residenti e i commercianti stanno denunciando addirittura la mancanza dell’acqua corrente.

Il quartiere aspetta da anni le opere di realizzazione di questi impianti, che fino ad oggi sono rimasti solo sulla carta. Sono gli stessi residenti a chiedere di realizzare per primo l’impianto per l’acqua corrente, in modo da dotare abitazioni e attività del bene primario, ed in secondo luogo il connettore per le fogne.

A seguito di un incontro avvenuto il 13 Dicembre, il presidente del comitato di quartiere, Emanuele Belluzzo, ha dichiarato che Acea ha dato la disponibilità alla realizzazione dell’opera, e che ora bisogna attendere il parere della Giunta, che deve deliberare la pubblica utilità dell’opera in modo da poter procedere.

Fino all’approvazione dell’opera, residenti e commercianti dovranno continuare ad attingere all’acqua dei pozzi, pagando di tasca loro i trattamenti per renderla sicura.

Lascia un commento

commenti