Tor Sapienza, nuova manifestazione di protesta contro il degrado

Numerosi cittadini si sono riuniti per protestare contro l'abbandono in cui versa il quartiere: "Virginia sindaco fantasma" dichiara il comitato di quartiere Tor Sapienza

E’ la terza protesta in meno di un mese. A Tor Sapienza l’esasperazione è diventata incontenibile, specialmente a seguito di anni di richieste mai esaudite. Per questo motivo numerose persone provenienti da diversi comitati di quartiere si sono riunite in Piazza De Cupis, per protestare contro l’amministrazione Comunale.

“Virginia sindaco fantasma” ha detto Roberto Torre del comitato di quartiere Tor Sapienza.
“Siamo circondati dai roghi, la politica che dovrebbe essere la soluzione ai problemi è diventata la causa. Mi auguro che Tor Sapienza si svegli. Questo era un quartiere ricco, pieno di fabbriche, ora sono vuote, occupate, depredate. La politica ha delle grandi responsabilità”.
“Le borgate sono un anello di degrado che nessuno ricorda mai – continua Torre – al Colosseo è tutto pulito, qui abbiamo nomadi, immigrati, non ce la facciamo più. Viviamo tra scippi, stupri, campi nomadi, centri di accoglienza, occupazioni, abbiamo paura. Quella ragazza cinese poteva essere una di noi”.

Lascia un commento

commenti