Tor Sapienza, trovata morta Zhang Yao

Confermati i sospetti riguardanti il cadavere ritrovato nella notte lungo i binari

E’ di Zhang Yao il cadavere rinvenuto la scorsa notte lungo i binari nei pressi di Tor Sapienza. La Polizia di Stato ha appena diffuso il video della giovane studentessa cinese ferma sui binari della ferrovia, poco prima dell’impatto con il treno.

A dare la drammatica notizia sono stati proprio gli investigatori, che hanno rinvenuto il cadavere poche ore fa nei pressi del luogo della scomparsa. Per avere l’assoluta certezza bisognerà aspettare il riconoscimento del corpo, ma sulla base all’abbigliamento ed dei primi accertamenti sembra già non esserci alcun dubbio.

Secondo una prima ricostruzione, la giovane studentessa sarebbe stata scippata della sua borsa mentre si trovava seduta su una panchina alla fermata dell’autobus, mentre parlava al telefonino con una sua amica. Dopo aver subito il furto, la giovane si sarebbe messa ad inseguire lo scippatore, così come mostrato da alcune immagini di videosorveglianza.

Dopo una breve fuga, l’uomo, assieme ad altri due complici, ha sorpassato i binari, riuscendo a passare. La giovane, invece, nel tentativo di passare dall’altro lato della ferrovia è stata investita da un treno in corsa, ed il suo corpo è stato sbalzato in un cespuglio ad oltre 10 metri di distanza dal luogo dell’impatto. Stando ai primi dettagli, sembrerebbe confermato che la giovane sia morta sul colpo lunedì stesso, anche se bisognerà attendere l’esito dell’autopsia per esserne completamente certi.

La ragazza si trovava in Italia per studio, e si era recata all’ufficio immigrazione per sbrigare alcune pratiche. A far scattare le ricerche era stata una segnalazione del titolare di una ditta nei pressi di Tor Sapienza. Adesso le forze dell’ordine si stanno concentrando sui tre fuggitivi, effettuando perquisizioni e controlli anche nel vicino campo nomadi.

Lascia un commento

commenti