Torquati-Rollo (PD): “Tolti spazi ad associazioni e consulta disabilità senza preavviso”

Le dichiarazioni dei Consiglieri, Daniele Torquati e Agnese Rollo riguardo la chiusura, senza preavviso, dello Sportello del Cittadino e la Consulta dell'handicap, raggiunte da un avviso di sfratto

“È incredibile e ingiusto quanto sta accadendo in queste ore negli spazi del Municipio XV di via Flaminia. Le associazioni del territorio e la consulta municipale per le politiche sulla disabilità sono state raggiunte da una nota, con la quale sono state informate di dover lasciare la stanza che nel corso della scorsa Consiliatura era stata messa loro a disposizione con avviso pubblico”. E’ quanto dichiarano in una nota i Consiglieri PD Daniele Torquati, Capogruppo PD e Agnese Rollo, Vicepresidente della Commissione Politiche Sociali, in Municipio XV.

“Chiudono in sostanza  – prosegue la nota -, senza alcuna alternativa da parte della nuova Amministrazione municipale, lo Sportello del Cittadino e la Consulta dell’handicap: luoghi messi a disposizione con avviso pubblico per dar modo all’associazionismo territoriale e al volontariato di poter garantire gratuitamente servizi e consulenze ai cittadini. Si parla di ben sedici realtà locali suddivise per quattro ambiti di competenza, quali: legale e mediazione, servizi alla persona e alle imprese, sociale e antiusura e sovraindebitamento”.

“La comunicazione di “sfratto”  – dichiarano – che ha raggiunto queste realtà è un gesto di grande disprezzo nei confronti di chi ogni giorno si adopera e si è adoperato in questi ultimi due anni per gli altri. Nessuna alternativa è stata loro concessa e, invece di valutare, rimodulare e proporre insieme servizi per il nuovo anno, così come si fece a febbraio 2016 tra un primo ed un secondo avviso pubblico, si è scelto di chiudere senza alcun preavviso”.

“Siamo solidali – concludono – con la Consulta della disabilità e con tutte le altre associazioni, che non sono state coinvolte in nessun confronto da questa maggioranza, e chiederemo conto al Presidente e alla Giunta di questo gesto incomprensibile con un’interrogazione oggi stesso”.

 

 

Lascia un commento

commenti