Torre Maura, maxi sequestro di botti illegali

Arrestato dalla Guardia di Finanza un 52enne. Commerciava i fuochi d’artificio con annunci su internet.

Vendere botti illegali: qualcuno ci prova sempre, quasi puntualmente, ogni anno nei giorni precedenti a Capodanno. E di conseguenza attira l’attenzione delle forze dell’ordine. È accaduto ancora, in uno scantinato di un palazzo vicino al Policlinico Casilino, zona Torre Maura, dove un 52enne italiano deteneva illegalmente 336 kg di fuochi artificiali. La Guardia di Finanza lo ha rintracciato dopo un’attenta serie di controlli in rete e appostamenti.

Un altro sequestro è avvenuto nella zona di Fiano Romano, dove il titolare di un negozio è stato sorpreso con circa 85 chili di botti privi di marchio CE. Entrambi gli uomini sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, e il materiale sequestrato per essere successivamente distrutto. (L’UNICO)

CONDIVIDI
Articolo precedenteRoma, Usb: maestre dell’infanzia protestano e scendono in piazza
Articolo successivoTMB Salario, chiesta indagine su miasmi nocivi
Nato a Polistena (RC) nel 1987, ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l’università di Roma Tre. Le sue passioni sono la lettura, il cinema, i videogiochi e i fumetti. Ha iniziato a scrivere racconti fin dal liceo per un forte bisogno di comunicare e, allo stesso tempo, di interpretare il suo mondo interiore.