Trump, che possa scoppiare la Pace!

Il popolo americano ha diritto di sapere la verità sull’operato dei propri rappresentanti e sulla propria storia ed il loro Presidente Trump, con queste declassificazioni, li sta rappresentando nell’esercizio di questo sacrosanto diritto.

704

Nel corso della sua presidenza, Trump ha declassificato molto materiale segreto detenuto negli archivi delle agenzie di intelligence. Il materiale declassificato in questi anni ha consentito agli storici e ai cittadini di capire molto del dietro le quinte della politica americana e degli eventi cruciali nella storia del Paese che hanno segnato la vita di molte persone. Tra questo materiale declassificato erano presenti documenti che riguardavano l’Italia e la nostra storia.

Ieri sera il Presidente Trump ha declassificato ed autorizzato la diffusione di una serie di documenti che attestano la sorveglianza e lo spionaggio dell’Amministrazione Obama contro la campagna elettorale di Trump nel 2016. Tra questi documenti, il Sen. Lindsey Graham ha declassificato diversi verbali della sua commissione parlamentare con le testimonianze rese in merito alle indagini sul “Russiagate” (ormai “Obamagate”) avviato dal primo impeachment contro Trump.

Da una prima analisi di quanto rilasciato emerge che non si tratta di una cospirazione del presidente Trump in combutta con la Russia ma di una cospirazione contro il candidato Trump alle elezioni del 2016, cui ha partecipato l’ex Segretario di Stato Hillary Clinton e di cui era a conoscenza l’allora Presidente degli Stati Uniti Obama. Una realtà molto diversa da quella raccontata dai principali giornali fino a ieri, parzialmente già nota a chi si informava su fonti meno blasonate.

Alcuni documenti riguardano l’Italia e non è difficile pensare che l’annuncio di questa declassificazione abbia avuto un peso notevole nell’attuale crisi di governo. Nell’analizzare il materiale rilasciato finora, e quello delle probabili future declassificazioni, scopriremo tante cose dei nostri servizi segreti, dell’operato dei nostri governi e forse della nostra storia che presenta ancora tante pagine oscure e dolorose su cui vogliamo sapere la verità.

Il Popolo Americano ha diritto di sapere la verità sull’operato dei propri rappresentanti e sulla propria storia, ed il loro Presidente Trump, con queste declassificazioni, li sta rappresentando nell’esercizio di questo sacrosanto diritto. In queste ore stanno declassificando ulteriori informazioni riservate e si prevede che queste declassificazioni continueranno si spera fino allo svuotamento degli archivi.

Come italiana mi auguro che il materiale rilasciato ci aiuti a ricostruire la nostra storia ed a scoprire la verità su tante pagine oscure che rappresentano ancora una ferita. Come disse Julian Assange “con le bugie iniziano le guerre, speriamo che con la verità possa scoppiare la pace”.

Paola De Santis

Facebook Comments