Turismo congressuale: la Giunta sostiene la costituzione di un Convention Bureau

L'obiettivo della memoria approvata dalla Giunta capitolina è quello di dare impulso al “sistema congressuale cittadino” e, attraverso la collaborazione tra pubblico e privato, favorire la programmazione di eventi di richiamo nazionale e internazionale

L'Unico Quotidiano Roma-convention bureau

Dare impulso al “sistema congressuale cittadino” e, attraverso la collaborazione tra pubblico e privato, favorire la programmazione di eventi di richiamo nazionale e internazionale. È l’obiettivo della memoria approvata dalla Giunta capitolina con la quale si pongono le basi per una più stretta collaborazione con le imprese romane nella pianificazione turistica.

“In molte capitali europee e in altre città italiane”, spiega il Campidoglio in una nota, “si sta affermando come vincente il modello di partenariato tra amministrazione e soggetti privati per attrarre investimenti e intercettare nuovi flussi turistici. Con il provvedimento approvato l’Amministrazione capitolina condivide il primo passo per il percorso che porterà alla costituzione di un Convention Bureau di Roma e del Lazio, organismo che riunirà attori istituzionali e operatori del settore impegnati a dare a Roma la migliore visibilità sul mercato dell’offerta congressuale. A promuoverne la costituzione ci sono alcune delle più rappresentative Associazioni di categoria del settore turistico romano e regionale: Confesercenti, Federalberghi, Federcongressi&eventi, Unindustria”.

“Oggi scriviamo un altro tassello del nostro piano operativo sul turismo – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni – Dopo aver incontrato numerosi operatori culturali e imprenditoriali, ai quali abbiamo illustrato alcune delle future azioni di promozione internazionale, con questo provvedimento mettiamo in campo l’amministrazione per un modello virtuoso che favorisce qualità e sostenibilità del turismo. L’immagine di Roma si rilancia con un gioco di squadra in cui tutti gli attori vincono. E soprattutto con una prospettiva condivisa che favorisce la città, i cittadini, gli investimenti e l’occupazione”.

Lascia un commento

commenti